Carpentieri, saldatori, operatori macchine, montatori e installatori. Sono solo alcune delle figure professionali di cui la meccanica e la navalmeccanica liguri, e in particolare spezzine, sono continuamente alla ricerca. Ma sono anche i profili specializzati più difficili da reperire sul mercato e che, anche per questo, non si possono più definire di “serie b”. Oggi, un percorso ad hoc per formare queste specifiche professioni garantirebbe al 90% un posto in azienda.

«A fronte dei significativi fabbisogni occupazionali evidenziati dalle aziende del territorio – sostiene Mario Gerini, presidente di Confindustria La Spezia – e delle difficoltà di reperimento di profili specializzati, Confindustria La Spezia, attraverso Cisita Formazione Superiore, presenta una serie di proposte progettuali per la formazione di specifiche figure di settore. Ora è il momento di informare le persone in cerca di occupazione che si tratta di una concreta opportunità per il loro futuro».

Si tratta di percorsi formativi gratuiti, interamente finanziati da risorse del Fondo sociale europeo, che si rivolgono ana platea di circa un centinaio di destinatari tra laureati in Ingegneria, diplomati, ma anche semplicemente persone che abbiano assolto l’obbligo di istruzione.

La durata dei periodi formativi è breve, circa quattro mesi: 600 ore tra formazione teorica/pratica e stage aziendale, una reale opportunità di apprendere una professione che permetta uno stabile inserimento lavorativo nel mercato del lavoro spezzino.

«La formazione in questo senso costituisce un ponte tra disoccupazione e le imprese – afferma Giorgia Bucchioni, presidente di Cisita e vicepresidente di Confindustria La Spezia – La Spezia e il suo territorio, nella tradizione radicata e rinomata delle sue maestranze, ha bisogno di possibilità, di progetti e di impegno, per continuare la propria storia e guardare al futuro. Un futuro che dobbiamo concretizzare subito con iniziative attive».

Ne è un esempio la collaborazione tra il Polo Marconi e Isselnord, azienda del gruppo Fincantieri, fortemente radicata nel territorio spezzino, che si occupa di supporto integrato al prodotto in ambito naval-meccanico, ma non solo. Da un paio di anni le due realtà hanno inserito una specifica materia d’esame tra quelle presenti nel corso di laurea in Ingegneria Nautica e Navale: «Un modo concreto – spiega il ceo di Isselnord, Sergio Semplici – per portare in Ateneo le materie specialistiche che ci servono, per disseminare quell’embrione di competenze di cui abbiamo bisogno. E i corsi che rilanciamo oggi sono aperti a tanti giovani, non solo neolaureati ma anche diplomati tecnici».

La platea di interessati è certamente ampia, ma potrebbe essere allargata ulteriormente, varcando i confini regionali, come sottolineano i sindacati: «Per un territorio di confine come quello spezzino – osserva Maurizio Rufrano, della Fim Cisl – fortemente integrato con la lunigiana e l’area di Massa Carrara, sarebbe utile trovare il modo di aprire la partecipazione a questi corsi anche a giovani provenienti da fuori regione: una difficoltà che spesso dobbiamo affrontare è quella di non riuscire ad attivare i corsi perché non raggiungiamo il numero minimo di partecipanti».

I corsi

Nell’ambito della misura Match Point, con cui la Regione Liguria ha stanziato 1,5 milioni di euro da fondi Fse, Cisita ha quindi attivato una serie di percorsi formativi:

Fino alle 12 del 28 gennaio 2022 sarà possibile iscriversi ai corsi per “Operatore macchine a controllo numerico” (12 allievi) e per “Montatore e installatore di macchine e impianti” (10 allievi). I percorsi formativi sono stati strutturati in base ai fabbisogni occupazionali segnalati dalle aziende della Sezione Meccanica Generale di Confindustria La Spezia (in particolare, Leonardo-Electronics Division/Defence Systems Business Unit) all’interno delle quali potranno essere assunti i giovani risultati idonei al termine della formazione. Per l’iscrizione ai corsi è necessario:

  • essere in stato di disoccupazione
  • avere fino ai 29 anni di età
  • essere residenti e/o domiciliati in Regione Liguria
  • essere in possesso di diploma ISS, Istruzione Secondaria Superiore di 2°grado a indirizzo Tecnico Industriale e/o Industria e artigianato e/o maturità Scientifica e/o Qualifica di IeFP, Istruzione e Formazione Professionale a indirizzo tecnico.

Entrambi i corsi hanno una durata di 600 ore, 300 ore di formazione teorica e pratica laboratoriale e 300 ore in alternanza formativa in contesto aziendale.

Fino alle 12 del 4 febbraio 2022 sarà possibile iscriversi al corso per “Progettazione e digitalizzazione del supporto al prodotto” con possibilità di successivo inserimento in Isselnord srl. Per l’iscrizione al corso è necessario:

  • essere in stato di disoccupazione
  • avere fino ai 29 anni di età
  • essere residenti e/o domiciliati in Regione Liguria
  • essere in possesso di Laurea in Ingegneria meccanica, elettronica, navale,
    aerospaziale e/o diplomati tecnici e maturità scientifica.

Il corso prevede la partecipazione di 10 allievi e una durata di 600 ore: 300 ore di formazione teorica e pratica laboratoriale e 300 ore in alternanza formativa in contesto aziendale.

Altri tre percorsi formativi (nell’ambito del Piano territoriale Por Fse Liguria 2014-2020) sono stati attivati a seguito di un accordo sindacale delle aziende appartenenti all’indotto naval-meccanico spezzino: Unitek, Acs, Cf Project, Emar, Scm, Jobson Italia, Faggioni, Almarina, Tekna, Geco. Le aziende hanno sottoscritto una specifica intesa per l’assunzione, impegnandosi a inserire almeno il 30% (31 persone) dei 98 partecipanti idonei al termine dei percorsi formativi. I partecipanti potranno essere assunti con contratti a tempo indeterminato o di apprendistato o con contratti a tempo determinato della durata minima di 6 mesi. Gli eventuali rapporti lavorativi a tempo parziale non saranno inferiori alle 24 ore settimanali.

Fino alle 12 dell’8 febbraio 2022 sarà dunque possibile iscriversi ai corsi per “Carpentiere in metallo addetto al montaggio scafo” (16 partecipanti), “Saldatore” (18 partecipanti) e “Installatore/manutentore di impianti idraulici e di condizionamento nautico” (16 partecipanti).

Le persone interessate a presentare la propria candidatura possono scaricare la domanda di iscrizione e visionare la scheda informativa su www.cisita.it.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.