Crociere, nel 2023 impatto economico sulla Spezia per 43 mln

Il settore occupa in città 1.143 persone   

Crociere, nel 2023 impatto economico sulla Spezia per 43 mln

Ogni crocerista spende oltre 54 euro sul territorio spezzino, a cui si aggiungono le spese per i tour operator e le agenzie di viaggio per visitare le altre destinazioni. L’impatto economico totale sulla città per il 2023 è stato di oltre 43 milioni di euro, gli occupati nel settore sono 1.143. È quanto risulta dallo studio sull’impatto economico del settore croceristico sulla Spezia nel 2023, commissionato dall’AdSP del Mar Ligure Orientale alla società Ptsclass.

Lo studio, effettuato su un campione di 1.600 passeggeri, intervistati tra maggio e luglio 2023 e sbarcati da navi appartenenti alle maggiori compagnie crocieristiche mondiali, rileva che sono 1.143 gli occupati alla Spezia. Ogni crocerista spende oltre 54 euro sul territorio spezzino, a cui si aggiungono le spese per i tour operator e le agenzie di viaggio per visitare le altre destinazioni. L’impatto economico totale sulla città per l’anno 2023 è stato di oltre 43 milioni di euro, di cui circa 10 milioni per il settore Food and Beverage e lo shopping e la restante parte per le agenzie di viaggio e i tour operator. Circa 286.000 passeggeri visitano ogni anno La Spezia. Con le 5 Terre, Lerici e Porto Venere si arriva a oltre 560.000 visite.

Il porto della Spezia che si posiziona tra i primi scali italiani per movimenti di passeggeri. Il settore crociere ha raggiunto nel 2023 oltre 700 mila presenze, segnando circa un +35% e segnando il record storico. Il porto è inserito negli itinerari di 13 compagnie.

Lo studio ha mostrato i risultati di due fasi di interviste compiute sul campo dai rilevatori nel porto della Spezia nei giorni 7-8-9 maggio e 17-18-19 luglio. Durante le rilevazioni sono state effettuate interviste a passeggeri delle navi Celebrity Edge, P&O Arvia, Aida Cosma, Valiant Lady, MSC Seaview, Symphony of the Seas, per 9 port call. Il campione conta 1601 passeggeri intervistati (tra le domande di profilazione era richiesto «con quante persone sta viaggiando?»), ed ha una significatività del 95%. L’errore statistico previsto è del 6%. I risultati delle interviste sono quindi statisticamente rappresentativi dei comportamenti della totalità dei croceristi.

Il presidente dell’AdSP Mario Sommariva sottolinea che quello spezzino è “un porto che contribuisce al pil con circa 5 miliardi, che si spalmano su di un territorio ampio. Un polmone occupazionale ed economico di grandissimo valore che non può essere interpretato solo come un problema, come solo generatore di impatto ambientale, anche alla luce delle innovazioni applicate dalle navi di ultima generazione e dalle azioni e gli investimenti intrapresi dall’ente che presiedo: oltre 700 milioni di euro che andranno a beneficio non solo del porto ma anche della città che lo ospita”.

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini osserva che dalle interviste effettuate ai crocieristi emerge “il tema delle chiusure domenicali delle attività commerciali; molti passeggeri hanno dichiarato infatti che avrebbero voluto fare acquisti, ma non sia stato possibile perché domenica. Diventa quindi prioritaria una riflessione in tal senso e offrire ai croceristi sempre maggiori occasioni per fare acquisti nei negozi cittadini e vivere la città appieno”.

“Il Comune della Spezia – ha aggiunto il sindaco – sta lavorando per promuovere il territorio, in ambito nazionale e internazionale tramite la partecipazione alle principali fiere, ma non solo. Abbiamo dato impulso alla creazione dell’Area Vasta che mette in rete 66 Comuni tra Liguria e Toscana, con l’obiettivo di offrire al turista un’offerta esperienziale diversificata e vivere il territorio 365 giorni l’anno. L’amministrazione in questi anni ha inoltre portato avanti una progettazione coordinata intervenendo sulla sostenibilità ambientale, sulla valorizzazione del patrimonio culturale e la riscoperta di siti storici dimenticati, sulle infrastrutture con oltre 130 milioni di euro in lavori pubblici, sulla manutenzione e il decoro cittadino. Tutti interventi che rendono la nostra città un luogo migliore in cui vivere, ma anche un luogo più accogliente dove trascorrere le vacanze”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here