Sanac, M5S: “Ora che c’è acquirente, il Governo lavori per sblocco commesse”

Il gruppo siderurgico Afv Beltrame Group è l'unico ad aver partecipato alla manifestazione di interesse all'acquisto

Sanac, M5S: “Ora che c’è acquirente, il Governo lavori per sblocco commesse”

Si apre uno spiraglio di risoluzione nella vertenza Sanac. Nei giorni scorsi il gruppo siderurgico Afv Beltrame Group ha manifestato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy l’interesse per l’acquisizione dei complessi aziendali, tra cui c’è lo stabilimento di Vado Ligure. Il gruppo Beltrame è stato l’unico a presentare un’offerta per il quarto bando di vendita, indetto dalla struttura commissariale il 6 novembre 2023.

«È sicuramente una notizia positiva il forte interesse del gruppo veneto Beltrame nei confronti di Sanac: l’azienda di refrattari è stata in questi anni una delle vittime più evidenti della crisi cronica dell’ex Ilva. Invitiamo pertanto il ministro Urso a produrre il massimo sforzo perché l’offerta possa diventare vincolante in tempi rapidi, con l’obiettivo di riuscire finalmente a dare una prospettiva seria ai circa 400 lavoratori dei siti produttivi di Vado Ligure, Gattinara, Grogastu e Massa. Per rendere Sanac ancora più appetibile però è quanto mai necessario lo sblocco delle commesse da parte di Acciaierie d’Italia». Così in una nota i senatori del M5s Luca Pirondini e Sabrina Licheri.

«Il quadro tragico venutosi a creare all’ex Ilva di Taranto lo conosciamo tutti, e il governo Meloni si appresta a ripetere l’errore del commissariamento, opzione già sperimentata in modo fallimentare con Renzi. Sanac, dal canto suo, ha pagato un prezzo altissimo a causa dello sconquasso finanziario e produttivo del polo siderurgico tarantino. L’azienda però è forte di un know how consolidato che non va assolutamente disperso. Quindi, per far sì che l’operazione Beltrame possa avere esito positivo – previo adeguato piano industriale – è fondamentale che Sanac riprenda l’attività e che i lavoratori escano dal limbo della cassa integrazione. Da Urso ci aspettiamo risposte immediate», concludono i senatori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here