#Pesto Masterpiece of Liguria: il mortaio gigante arriva a Sestriere, Sanremo, Parigi e Milano

Dopo il debutto a Londra prosegue la campagna promozionale di Regione Liguria

#Pesto Masterpiece of Liguria: il mortaio gigante arriva a Sestriere, Sanremo, Parigi e Milano

“Dopo Londra, Sestriere, Sanremo, Parigi e Milano. La campagna di promozione e valorizzazione del territorio non si ferma, e vuole agire sui mercati più importanti per il turismo nella nostra regione. Dal 26 al 28 gennaio, in piena stagione sciistica, il gigantesco mortaio di 8 metri per 6 visto a Londra in navigazione sul Tamigi sarà proprio sulle piste di una delle località più rinomate e frequentate dell’intero arco alpino. Poi toccherà a Sanremo durante il Festival della canzone italiana: un momento in cui la città dei fiori è al centro delle cronache, dell’attenzione mediatica e della visibilità a livello nazionale e internazionale. In primavera invece, il mega mortaio, simbolo della Liguria, approderà in altri due luoghi di assoluto richiamo come Parigi e Milano per essere visto, ancora una volta, da migliaia di persone”.

Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sulle prossime tappe della campagna ‘#Pesto, masterpiece of Liguria‘.

“Il nostro obiettivo – aggiunge Toti – resta quello di rafforzare un settore che sta dando risultati straordinari in termini di creazione di sviluppo, ricchezza e occupazione: il 2023 è stato un altro anno memorabile per la Liguria, con circa 16 milioni di presenza turistiche. Vogliamo continuare promuovere la nostra terra e spingere ancora di più sulla destagionalizzazione, e per farlo puntiamo sia sui mercati più legati alla Liguria, come appunto il Piemonte e la Lombardia, sia su quelli internazionali per consolidare un trend che ha visto i turisti stranieri trainare letteralmente il settore. Da questo punto di vista, Londra e Parigi sono emblematiche, anche dal punto di vista simbolico”.

“Crediamo tantissimo in questa campagna promozionale – aggiunge l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori – mirata verso precisi mercati. Alla luce di questo va appunto sottolineato che nei primi 10 mesi del 2023 i turisti francesi in Liguria sono stati i secondi per numero di presenze pari a 990.000 (+4,85% rispetto allo stesso periodo del 2022) e primi per arrivi (440.000, +5%), mentre le presenze dei turisti britannici sono state 260.000 facendo registrare una crescita del 14,4%. Il turismo cambia rapidamente, fondamentale per la nostra Regione è consolidare e rafforzare un mercato storicamente importante come la Francia e fare ripartire la ‘voglia di Liguria’ in nazioni come la Gran Bretagna da cui, dopo la Brexit, avevamo avuto un calo consistente. Gli incoraggianti numeri del 2023 ci fanno ritenere che il trend si sia invertito”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here