Irpef, accordo tra Regione Liguria e sindacati per ridurre pressione fiscale su fasce deboli

Per il 2024 stanziati 5 milioni di euro per agevolazione Irpef regionale

Irpef, accordo tra Regione Liguria e sindacati per ridurre pressione fiscale su fasce deboli

È stato firmato ieri pomeriggio il protocollo d’intesa tra Regione Liguria e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil Liguria che prevede lo stanziamento di 5 milioni di euro per l’agevolazione Irpef regionale a beneficio delle fasce più deboli della popolazione ligure.

I beneficiari individuati sono i medesimi dello scorso anno: Regione Liguria inserirà anche nella manovra di bilancio 2024 la detrazione per famiglie con figli a carico e con un reddito imponibile fino a 28 mila euro. In particolare, a favore di questa fascia di contribuenti, per i soggetti con almeno due figli a carico viene confermata la detrazione base pari a 40 euro per ciascun figlio a carico, aumentata a 45 per ciascun figlio disabile riconoscendo quest’ultima misura anche ai contribuenti con un solo figlio a carico se disabile.

«Si conferma anche quest’anno l’impegno della Regione pe andare incontro ai cittadini liguri più in difficoltà – spiega il presidente della Regione Liguria e assessore al Bilancio Giovanni Toti -. Per l’anno d’imposta 2024 si rinnova il percorso intrapreso di riduzione della maggiorazione all’addizionale regionale all’Irpef applicata ai redditi tra i 15 e i 28 mila euro, che conferma la volontà di Regione Liguria e delle organizzazioni sindacali di intervenire, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili e nel rispetto della garanzia dei servizi essenziali, per ridurre la pressione fiscale sui contribuenti liguri a minor reddito».

Regione Liguria e le organizzazioni sindacali confermano l’impegno e la volontà a continuare il confronto per individuare forme di collaborazione per implementare la lotta all’evasione e all’elusione tributaria al fine di recuperare risorse da destinare specialmente a favore delle fasce deboli della popolazione. A tal fine le parti si sono impegnate a incontrarsi nel primo trimestre 2024 per dare seguito a quanto concordato.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here