Poste Italiane e Regione collaborano al progetto Polis per rinnovare 215 uffici postali dell’entroterra

Il piano nazionale di Poste da 1,24 miliardi trasformerà gli uffici in hub di servizi al cittadino che rilasceranno cie, certificati anagrafici, giudiziari, previdenziali

Poste Italiane e Regione collaborano al progetto Polis per rinnovare 215 uffici postali dell’entroterra

Poste Italiane e Regione Liguria costituiranno un tavolo di lavoro con tutti i soggetti istituzionali interessati per collaborare al progetto “Polis”, finanziato dalla società con 1,24 miliardi di euro.

“Polis”, che interesserà 7000 Comuni in tutta Italia e 215 in Liguria (205 dei quali sotto i 15.000 abitanti) è un piano concepito da Poste Italiane per rinnovare tutti gli uffici postali dell’entroterra, trasformandoli in un vero e proprio hub di servizi al cittadino, consentendo di ottenere documenti di identità, certificati anagrafici, giudiziari, previdenziali, oltre ai consueti servizi postali.

«Rivitalizzare le aree interne è diventata una priorità se non un’urgenza – il vice presidente della Regione Liguria con delega allo Sviluppo dell’Entroterra e al Marketing Territoriale  Alessandro Piana –. La collaborazione che intendiamo avviare con Poste Italiane va nella direzione di intraprendere delle iniziative comuni che pongano al centro l’erogazione di servizi utili e necessari alla vita quotidiana dei liguri che vivono nell’entroterra, tali da colmare il più possibile il divario esistente rispetto ai centri urbani e scongiurare lo spopolamento delle aree interne».

Il progetto “Polis”, articolato nelle linee di intervento “Sportello unico” e “Spazi per l’Italia”, erogherà i nuovi servizi pubblici tramite un unico punto di accesso alla piattaforma di servizio multicanale di Poste Italiane. Ai fruitori verranno date tutte le indicazioni del caso, grazie agli operatori di Poste Italiane appositamente formati.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here