EdiliziAcrobatica, nei primi 9 mesi ricavi consolidati a 118 mln (+6% sul 2022)

In calo i ricavi prodotti in Italia (-16,7%) dopo il freno agli incentivi. Cresce la controllata Energy, attiva nel settore dell’efficientamento energetico: 23,4 mln

EdiliziAcrobatica, nei primi 9 mesi ricavi consolidati a 118 mln (+6% sul 2022)

I primi nove mesi del 2023 segnano una crescita dei ricavi consolidati di EdiliziAcrobatica che raggiungono i 118 milioni di euro, con una crescita del 6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente quando si attestarono a 111 milioni.

In particolare, in Italia, per quanto riguarda le sedi dirette, i ricavi prodotti nei primi nove mesi del 2023 sono pari a 86 milioni di euro, in flessione (-16,7%) rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente quanto toccarono 103 milioni, beneficiando degli incentivi di Stato; tuttavia il numero dei contratti sottoscritti cresce del 53% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, performance che “garantisce una crescita nel prossimo futuro”.

EdiliziAcrobatica segnala l’ottima performance di Energy, la società del gruppo attiva nel settore dell’efficientamento energetico, che ha registrato ricavi per 23,4 milioni di euro, in forte aumento rispetto a 3,7 milioni di euro registrati al 30 settembre 2022. “La felice intuizione di diversificare gli investimenti, così come quella di internazionalizzare il brand, è evidente anche dal positivo andamento delle società estere“, si legge nella nota della società.

“Sempre in tema di internazionalizzazione, è dall’ingresso come azionista di maggioranza in Enigma Capital Investments Llc, società con sede negli Emirati Arabi attiva nel settore dell’edilizia su fune, che arriva un risultato straordinariamente incoraggiante, con ricavi pari a 4,4 milioni di euro considerando la sola competenza post-acquisizione (aprile settembre)”.

In Italia le sedi operative dirette al 30 settembre 2023 hanno raggiunto quota 97, con un incremento di 15 unità rispetto alle 82 raggiunte al 30 settembre 2022.

«Crescere anche quando il settore in cui si opera subisce un pesante contraccolpo rappresenta una indiscutibile vittoria per tutto il nostro gruppo – ha commentato Anna Marras, a.d. di Acrobatica -. Una vittoria che è il risultato del nostro costante investimento sulla crescita e la formazione delle risorse umane, ad oggi circa 2.400, ciascuna
delle quali viene seguita costantemente affinché sia sempre aggiornata e motivata a dare il meglio di sé e raggiungere gli obiettivi propri e del Gruppo. Anche laddove abbiamo intrapreso un nuovo percorso, sia esso riguardo al core business, come nel caso della nostra controllata Energy, che in quello di Enigma Capital Investments a Dubai, abbiamo già attivato i nostri percorsi di formazione, con risultati di crescita straordinari. Alla luce di tutto ciò, quindi, ci avviamo a chiudere l’anno più che positivamente, così come da business plan».

«I ricavi dei primi 9 mesi, in crescita rispetto al già ‘straordinario’ risultato dello stesso periodo del 2022 – ha chiarito Riccardo Banfo, cfo del Gruppo Acrobatica -, confermano la tendenza molto positiva del Gruppo. Per quanto ci riguarda, poi, non possiamo non segnalare come il brusco stop allo sconto in fattura e di conseguenza lo scemare del bonus fiscale in Italia sia stato compensato da tre fattori importanti: le azioni commerciali innovative che abbiamo messo in campo attraverso partnership con un primario istituto bancario; l’internazionalizzazione attraverso l’acquisizione del 51% di Enigma Capital negli Emirati Arabi; e la diversificazione del business attraverso la costituzione di Acrobatica Energy per sfruttare le opportunità della Direttiva sull’efficienza energetica nell’edilizia. I primi 9 mesi hanno infatti visto crescere la Top Line del 6% a 118 milioni nonostante la cessazione degli sconti in fattura sui lavori di agevolazione fiscale e le avverse condizioni meteorologiche di aprile-maggio che non hanno consentito la consegna di più ordini».

Quanto alla controllata francese EdiliziAcrobatica France sas i ricavi prodotti nei primi nove mesi del 2023 sono stati di circa 3,1 milioni di euro, -13,8% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente, quando si sono attestati a 3,6 milioni di euro.

Per quanto riguarda la spagnola EA Iberica, i ricavi prodotti si sono attestati a 0,91 milioni di euro, in aumento del 28,3% rispetto a euro 0,71 milioni dei primi nome mesi dell’anno precedente.

La capogruppo EdiliziAcrobatica spa ha raggiunto al 30 settembre 2023 un totale di 1.487 collaboratori rispetto ai 1.203 registrati al 30 settembre 2022; includendo anche la controllata francese EdiliziAcrobatica France sas, la Spagnola EdiliziAcrobatica Iberica, EdiliziAcrobatica Monaco e EdiliziAcrobatica Dubai, Arabia Saudita e Nepal, oltre alla controllata Energy e alle attività in franchising, il Gruppo ha raggiunto complessivamente un organico pari a 2.373 unità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here