La previsione di una raccolta di 3,8 milioni di tassa di soggiorno nel 2021 potrebbe essere sottostimata, almeno a giudicare dai dati forniti dall’assessore al Turismo del Comune di Genova Laura Gaggero sull’occupazione alberghiera ed extra alberghiera da maggio in poi. Il 60% sarà dedicato ad azioni di promozione e attrattività. il 40% alla segnaletica, ai servizi e decoro urbano a fini turistici.


«Un successo anche legato alla campagna di comunicazione “Cogli l’attimo” lanciata proprio a maggio con una notte in più gratis in hotel oltre alla promozione sul city pass di 48 ore in omaggio – spiega – in questo modo Genova è stata collocata come città esperienziale e il risultato è stato l’aumento della permanenza media: sull’extra alberghiero siamo a 5 giorni con punte di 7 e 9 giorni, mentre era di 2 pre-pandemia, sull’alberghiero siamo sui 4 giorni».

La promozione Cogli l’attimo ha coinvolto 61 hotel e si stima abbia interessato circa seimila visitatori. Risultati finali: 361.119 click – 109. 515 video views – 94.629.218 impressions. 381.661 interazioni di cui: 373.835 atterraggi in pagina (landing page campagna e pagine correlate all’offerta); 6.302 scrivi a hotel; 1.479 Chiama Hotel; 45 download guida.

Dal maggio 2021 l’occupazione extra alberghiera è salita: dal 32% di inizio maggio all’80%. La tariffa giornaliera media (Adr) è migliorata del 10% circa. Nei mesi di luglio e di agosto l’occupazione è stata decisamente superiore all’estate 2019 (luglio +6%, agosto +10%) a capacità ricettiva sostanzialmente invariata.

Dal lancio della promozione 1+1 a maggio 2021 l’occupazione alberghiera è salita: a maggio dal 20% al 40% e a fine mese al 50%, a giugno al 60% con punte di 80%, a luglio in media al 70% e ad agosto all’80% a inizio mese e prima di ferragosto si è attestata al 100% con punte di overbooking al 104% e 108%. È migliorato l’Adr che rispetto al 2020 è salito del 10% circa.

L’obiettivo è di attrarre turisti anche in bassa stagione. Settembre intanto si preannuncia ancora un mese positivo grazie al traino del Salone Nautico: «La nostra piattaforma digitale ci consente di verificare il tasso di riempimento futuro delle strutture ricettive e abbiamo già superato il 56%», dice Gaggero.

Questo cruscotto digitale consente anche di verificare in modo puntuale l’efficacia delle campagne.

Sempre nell’ottica di promuovere la città con azioni specifiche sull’outdoor, a breve su Sky uscirà una puntata dedicata ai forti e ai percorsi per mountain bike.

Presto invece sarà lanciato il portale genovacongressi e il settore Mice (Meetings, incentives, conferences and exhibitions) sarà sostenuto anche con bandi a sportello. Il bando della promozione Mice è stato assegnato a giugno 2021 e darà il via ad azioni coordinate per il miglioramento del posizionamento di Genova come destinazione Mice. L’obiettivo è di creare azioni mirate su destagionalizzazione e innalzamento del potenziale di spesa.

Sui paesi esteri la promozione “Genova, più di quanto immagini” si è concentrata soprattutto su Olanda, Belgio, Francia, Svizzera e Uk. «In particolare sull’Olanda è stato determinante il mantenimento del volo Klm su Amsterdam, che non si è mai fermato», puntualizza Gaggero.

Risultati aggiornati della campagna Genova, più di quanto immagini al 30/8/2021: 271.436 click – 328.172 video views – 34.686.034 impressions – copertura 3.333.512 – interazioni 76.709.

A ottobre è previsto il lancio della campagna “Genova, più di quanto
immagini” sul mercato italiano
A dicembre il lancio della campagna digital di promozione della destinazione Genova per il periodo invernale, natalizio e
capodanno (focus mercato italiano e prossimità).

Con i fondi della tassa di soggiorno è stato anche possibile sviluppare Un nuovo servizio che
consente di individuare l’offerta di strutture recettive e posti letto in maniera
interattiva e geolocalizzata su tutto il territorio cittadino. Il servizio è stato implementato di informazioni relative ai principali tour e servizi utili al turista/cittadino.

In previsione anche l’ampliamento dei tour tematici e la diffusione di una app per il turismo accessibile soprattutto pensata per gli ipovedenti. La segnaletica turistica si arricchirà con quella dedicata ai palazzi dei rolli.

Anche nel 2019 i proventi della tassa di soggiorno erano stati 3,8 milioni «ma erano stati effettivi – puntualizza Gaggero – nel 2020 avevamo stimato 4,5 milioni anche grazie all’accordo con Airbnb, ma di effettivi ne sono arrivati solo 1,5 a causa della pandemia. Lo Stato ha versato quanto mancava attraverso i ristori». Per il 2021 il Comune ha pensato di tornare su una stima ottimistica, ma meno importante.

Per approfondire: Impiego tassa di soggiorno

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.