Nuovi palazzi aperti al pubblico e una settimana intera dedicata alle visite. Queste le principali novità della nuova edizione dei Rolli Days di Genova, in programma da lunedì 4 ottobre a domenica 10 ottobre, in concomitanza con la Genoa Shipping Week che diventa così Rolli Shipping Week.

Il tradizionale Shipbroker and shipagents dinner, l’evento conclusivo della settimana dello shipping organizzata da Assagenti in collaborazione con Clickutility team, non si può tenere nella consueta sede della Fiera di Genova a causa della pandemia. Per questo gli eventi conviviali delle aziende aderenti all’Associazione saranno ospitati nei palazzi storici che verranno anche aperti gratuitamente al pubblico. Cittadini, visitatori e turisti avranno la possibilità di programmare visite dal vivo, che si svolgeranno nel pieno rispetto della normativa Covid, su prenotazione e con presentazione di green pass valido. La settimana culminerà nel weekend, con i Rolli Days di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 ottobre, dove le aperture di oltre 30 tra palazzi, ville e siti monumentali trasporteranno il pubblico nell’atmosfera del secolo dei genovesi.

«Un evento che non era mai stato presentato al di fuori di Palazzo Tursi – spiega Barbara Grosso, assessore comunale alla Cultura, in occasione della presentazione della manifestazione, avvenuta per la prima volta a palazzo Squarciafico – questo perché volevamo essere nel cuore della città, alle spalle di uno dei Palazzi dei Rolli che non era mai stato aperto, che grazie al suo proprietario è oggi a nostra disposizione».

Fondamentale è stata la collaborazione con Assagenti: «Il Gruppo Giovani di Assagenti ha sempre e storicamente organizzato qui a Genova lo Ship agents and Shipbrokers Dinner, che raccoglie migliaia di ospiti legati al mondo dello shipping per una serata tra addetti ai lavori – osserva Gian Alberto Cerruti, presidente del Gruppo Giovani di Assagenti – da 10 anni Assagenti, assieme al gruppo Clickutility, ha organizzato la Genoa Shipping Week, che comprende non solo il dinner biennale, ma un’intera settimana dedicata a eventi di shipping. Quest’anno, purtroppo, il nostro dinner è capitato durante la pandemia globale, quindi abbiamo dovuto trovare delle soluzioni per mantenere la tradizione biennale dell’appuntamento osservando le regole e restrizioni imposte. L’idea è stata quella di coinvolgere l’organizzazione dei Rolli Days, in modo tale da poter avere eventi più ristretti all’interno di location esclusive».

Durante i giorni feriali saranno aperti alcuni palazzi di Genova: Villa del Principe; Palazzo Gerolamo Grimaldi (Palazzo della Meridiana); Palazzo Vincenzo Imperiale; Palazzo Stefano Balbi (Palazzo Reale); Palazzo Paolo e Nicolò Interiano; Palazzo Gio Battista Centurione
Palazzo Nicolò Lomellini; Chiosco della Cattedrale di San Lorenzo; Santa Maria di Castello. La settimana culminerà poi nel weekend, con i Rolli Days di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 ottobre, dove saranno aperte oltre 30 dimore (qui l’elenco).

Sarà possibile visitare per la prima volta in presenza Palazzo Squarciafico, che era stato aperto “da remoto” in occasione dell’edizione del maggio 2020, organizzata digitalmente a causa dell’emergenza sanitaria. Stavolta i genovesi e i turisti potranno ammirare i suoi preziosi affreschi con scene tratte dalla mitologia classica.

Altra novità sarà Palazzo Sinibaldo Fieschi, che si affaccia su Piazza San Lorenzo con i suoi saloni affrescati da Domenico Piola e Sebastiano Galeotti.

Intrigante per il pubblico sarà anche la visita di Villa Centurione Musso Piantelli a Marassi. Un tempo la piana del Bisagno era un luogo di villeggiatura con importanti conventi e ville immerse nel verde. Una di queste era appunto la grandiosa Villa Centurione che, con il suo impianto a doppia loggia, si inseriva armonicamente nel paesaggio, oggi profondamente mutato. Il terreno che apparteneva alla villa venne ceduto per edificare lo stadio Luigi Ferraris di Marassi, che dopo la trasformazione in uno stadio moderno ha praticamente nascosto la struttura, rendendola invisibile ai più. La villa è la dirimpettaia di Villa Cattaneo Imperiale di Terralba – anch’essa aperta per questa edizione dei Rolli Days – che ospita un pregevole affresco di Luca Cambiaso.

Come in ogni edizione il “racconto” delle straordinarie vicende delle famiglie e dei magnifici palazzi dove vivevano verrà affidato a oltre 60 giovani divulgatori scientifici, professionisti under 40 che hanno partecipato a una selezione e sono stati formati ad hoc. «Noi abbiamo l’idea di una Genova post-industriale, grigia, un po’ chiusa e buia – spiega Giacomo Montanari, curatore scientifico dei Rolli Days – e invece la città nel suo secolo d’oro, era una città sfolgorante di colori. La gente rimaneva abbagliata da tutto ciò che questi palazzi presentavano, soprattutto all’esterno, essendo gli interni riservati a pochi. Ci entravano persone di un certo prestigio, che come i loro proprietari avevano un ruolo di ospiti di Stato a vedere collezioni e affreschi. Vedevano ciò che il nostro pubblico vedrà “promosso a rango”, come se tutti fossimo principi. Questo è il concetto delle giornate dei Rolli: riportare nel presente quella luce, quel colore, quella vitalità e le qualità straordinarie che questa città ha dato a tutta Europa e al mondo in un secolo di straordinaria committenza internazionale».

L’obiettivo è crescere ancora, fa sapere Montanari: per i Rolli di maggio si pensa di affiancare le visite dal vivo alle tecnologie di realtà aumentata: «Vogliamo lavorare su due linee: la prima, di poter rievocare i personaggi che questi palazzi li hanno costruiti, un vivo incontro con chi ha coinvolto artisti e architetti in un periodo per Genova così straordinario. La seconda: poter osservare le cose con l’occhio di quel tempo, cioè, laddove ci sono state perdite o trasformazioni, riavvolgere il nastro del tempo e far vedere cosa c’era prima».

Accanto alle visite curate dai divulgatori, saranno disponibili tre itinerari tematici dedicati ad alcuni palazzi, condotti da guide turistiche abilitate, a cura di Explora Genova.

Inoltre, nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 saranno disponibili visite guidate per persone con disabilità. La prenotazione per le visite è obbligatoria e sarà possibile effettuarla a partire dal 29 settembre collegandosi al sito www.visitgenoa.it/rollidays-online/, dove è possibile anche consultare le aperture, informazioni e gli eventi collaterali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.