I rappresentanti delle sigle sindacali Fiom, Fim e Uilm di LaerH hanno incontrato il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis, a proposito della delicata situazione nella quale versano i 45 dipendenti, gran parte dei quali, oggi, in cassa integrazione.

In una nota congiunta, affermano Gaetano Pollacci della Uilm, Giammarco Ballone della Fiom e Mauro Rinaldi della Fim: “Chiediamo al sindaco Tomatis, che ci ha sempre dimostrato vicinanza, di sostenerci in questo percorso e di perorare la nostra causa nelle sedi opportune. La LaerH ha 45 lavoratori, ai quali scadrà la cassa integrazione il prossimo 26 settembre. A quel punto il rischio di essere licenziati sarà concreto”.

“Quello che chiediamo è di non interrompere il ciclo produttivo in attesa che si sblocchi la vendita di Piaggio e che, nel frattempo, la proprietà cerchi altre commesse al di fuori della Piaggio Aerospace. Siamo pronti ad andare avanti al fine di essere ascoltati e non far calare l’attenzione sulla nostra situazione”.

Il sindaco  Tomatis afferma: «Quella di LaerH è una situazione che va assolutamente presa in mano e risolta nel più breve tempo possibile. Stiamo parlando di 45 lavoratori, ma anche delle loro famiglie, che rischiano, a fine settembre, di trovarsi in gravissime difficoltà. Non solo strettamente legata ai lavoratori LaerH, vi è anche la sorte dei lavoratori della Piaggio che, senza le componenti prodotte da questa azienda rischierebbero di subire, a ruota, gravi ripercussioni».

«Come sindaco della città nella quale la Laerh, vera e propria eccellenza per il nostro territorio e non solo, si è insediata, faccio appello a tutti i rappresentanti politici e alle istituzioni competenti affinché ciascuno, senza colori politici o dinamiche di partito, faccia la sua parte per risolvere il problema, ognuno nelle proprie sedi istituzionali. Sarò sempre al fianco dei lavoratori».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.