Un percorso formativo per 25 giovani laureati nelle discipline “stem” (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) che, al termine del programma, andranno a inserirsi nei dipartimenti di ricerca e sviluppo, progettazione e marketing del gruppo Esaote, nelle sedi di Genova e Firenze.

È quanto prevede il progetto egeneration, presentato oggi nella sede dell’Università di Genova, realizzato dal colosso industriale del settore biomedicale, insieme all’ateneo genovese e Synergie, in collaborazione con le università toscane (Tour4Eu). Il bando è stato pubblicato oggi: le domande possono essere presentate fino al 12 aprile 2021.

Clicca qui per consultare il bando e inviare la candidatura

Chi è Esaote

 

Il Gruppo Esaote è tra i leader nel settore delle apparecchiature biomedicali (aree ultrasuoni, risonanza magnetica dedicata e software per la gestione del processo diagnostico). Ha sedi principali a Genova e Firenze, oltre a unità produttive e di ricerca proprie in Italia e nei Paesi Bassi, ed è presente in oltre 80 Paesi del mondo. Impiega quasi 1.200 dipendenti, di cui poco più della metà in Italia. Consegue il 70% dei ricavi all’estero. Nel 2020, in controtendenza con il resto dei settori industriali, Esaote è cresciuta dell’8% a livello di organico, con 80 persone in più, circa la metà in Italia. L’anno scorso il gruppo ha investito oltre l’11% dei ricavi (circa 25 milioni di euro) in ricerca e sviluppo, investimenti in crescita del 10% rispetto ai valori del 2019.

In un momento di grande cambiamento, in cui le tecnologie sono in rapida evoluzione e l’innovazione è sempre più l’elemento distintivo per emergere sui mercati, il progetto punta a investire sui giovani, con l’obiettivo di creare una nuova generazione di specialisti nel settore dell’alta tecnologia dedicata ai sistemi diagnostici e all’information technology per la sanità: «Dal marketing strategico agli specialisti di prodotto, in grado di parlare la stessa lingua dei medici − spiega Franco Fontana, ceo di Esaote − Sono solo alcune delle figure professionali di cui abbiamo bisogno. Figure difficili da trovare già formate all’esterno, per questo vogliamo offrire loro una preparazione specifica e farle crescere all’interno della nostra azienda. Per noi questa academy ha due grandi obiettivi: creare un maggior legame con i territori ligure e toscano e progettare l’Esaote del futuro, che vuole dare corpo a innovazione e tecnologie, partendo dalla formazione dei giovani talenti».

egeneration nasce dalla lunga collaborazione tra l’azienda e Università di Genova «e la rafforza − afferma il rettore Federico Delfino − offrendo a 25 dei nostri migliori laureati un’importante occasione di inserimento nel mondo del lavoro». Un esempio di dialogo tra i mondi della formazione e delle imprese: «Conoscere i fabbisogni delle imprese è fondamentale − sostiene Ilaria Cavo, assessore regionale alla Formazione, intervenuta alla presentazione del bando − Solo così possiamo incanalare le risorse per la formazione laddove esiste una reale necessità, in modo da stimolare quei percorsi di studio che possano poi avere un riscontro oggettivo e concreto sul territorio. egeneration ne è un ottimo esempio, una prima tappa di un percorso che in futuro potrebbe essere anche istituzionalizzato».

Il bando è rivolto ai giovani che abbiano conseguito una laurea in Ingegneria dell’Informazione, Scienze e tecnologie fisiche, Scienze e tecnologie informatiche, Scienze matematiche o una laurea magistrale in Ingegneria biomedica, Ingegneria elettronica, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Fisica, Informatica, Matematica. Il titolo deve essere stato conseguito tra l’1 gennaio 2017 e il 12 aprile 2021, con voto uguale o superiore a 99/110.

Dalla valutazione delle domande verrà stilata una prima graduatoria di 50 candidati. Questi dovranno sostenere tre test e un colloquio conoscitivo, al termine dei quali la commissione (composta da un docente dell’Università di Genova, un rappresentante di Esaote e uno di Synergie) stilerà la graduatoria definitiva, derivante dalla somma dei vari punteggi (test, colloquio, curriculum e titoli). I primi 25 (15 laureati dell’Università di Genova e 10 laureati da altri atenei) saranno scelti per intraprendere il percorso formativo.

Le attività formative inizieranno a giugno di quest’anno, compatibilmente con l’evolversi della situazione sanitaria.

Il percorso, interamente finanziato da Esaote, prevede cinque settimane di formazione generale. Trascorso questo primo periodo, i ragazzi potranno essere selezionati per essere inseriti in azienda (nelle sedi di Genova e Firenze), dove – retribuiti – completeranno il percorso formativo specialistico di approfondimento teorico e pratico, per una durata di sei mesi. 

Le cinque settimane di percorso formativo generale sono curate prevalentemente da Esaote e Synergie: «Si tratta di una delle più interessanti iniziative che abbiamo visto in Italia − spiega Giuseppe Garesio, ceo di Synergie Italia − progettare un’academy vuol dire costruire il futuro, fare crescere i nostri talenti, con il coraggio di pensare a lungo termine».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.