Sull’albo pretorio del Comune di Genova è stato pubblicato il bando per l’affidamento della concessione in project financing dell’impianto di trattamento meccanico-biologico (Tmb) dei rifiuti, da realizzarsi sulla collina di Scarpino. Il progetto scelto è stato proposto da Iren Ambiente, che è quindi il promotore.

L’importo stimato dell’investimento è circa 42,3 milioni di euro mentre il valore della concessione, prevista per 25 anni, è di 342 milioni.

Per l’ammissione alla gara, i concorrenti dovranno far pervenire la documentazione richiesta entro le 12 del 13 novembre.

L’apertura delle domande presentate si terrà il giorno dopo, il 14 novembre alle 9,30 in seduta pubblica nella sala riunioni del Comune di Genova di Palazzo Albini.

Il criterio di aggiudicazione sarà a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sul miglior rapporto qualità/prezzo. Su un totale di 100, la proposta tecnica pesa 70, l’offerta economica 30.

L’aggiudicatario potrà formare una propria società di progetto con capitale minimo di 3 milioni di euro.

Il promotore (ossia Iren Ambiente), qualora non risultasse aggiudicatario al termine della procedura di gara, potrà esercitare, entro quindici giorni dalla comunicazione dell’aggiudicazione, il diritto di prelazione e divenire aggiudicatario, se dichiarerà di impegnarsi ad adempiere alle obbligazioni contrattuali alle medesime condizioni offerte dall’aggiudicatario, tramite formale dichiarazione di impegno ai nuovi termini del progetto e alla convenzione nonché alle condizioni del piano economico finanziario presentato dall’aggiudicatario. Se il promotore non risulterà aggiudicatario e non eserciterà la prelazione, ha diritto al pagamento, a carico dell’aggiudicatario, dell’importo delle spese sostenute per la predisposizione della proposta

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.