Nel giorno in cui sono iniziate le corse del nuovo moderno ascensore di Via Cantore-Villa Scassi a servizio dell’ospedale e del quartiere, il governo ha comunicato che il Comune di Genova si è aggiudicato il finanziamento per una serie di altri interventi programmati nei municipi Centro Ovest e Valpolcevera, uno stanziamento di 18 milioni che rientra nel “Programma nazionale straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle Città Metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia”.

A questo si aggiungeranno 6 milioni stanziati dal Comune per un ammontare complessivo di 24 milioni.

«Genova è una città policentrica – osserva il sindaco Marco Doria – Esistono tanti centri storici e quartieri di antico insediamento protagonisti delle trasformazioni economiche e sociali della Città. Ognuno di questi territori contribuisce all’identità di Genova e deve essere migliorato e valorizzato non come “periferia” ma come parte integrante della città. La messa in sicurezza del territorio e il recupero a uso pubblico di importanti strutture, insieme alla nuova viabilità e alla difesa dei servizi sociali, sono tra i principali pilastri di un’azione amministrativa che, in anni di crisi, ha puntato ad assicurare un futuro produttivo e turistico a Genova. Rinnovo il ringraziamento ai tecnici e al personale del Comune per il lavoro svolto che è alla base dei finanziamenti riconosciuti dallo Stato».

Il piano predisposto dal Comune concentra gli interventi nell’area compresa tra Sampierdarena e Certosa per accrescerne l’effetto sulla vivibilità e qualità dei quartieri, ricostruire identità locali e contrastare rischi di degrado: dal recupero degli ex Magazzini del Sale a Sampierdarena alla demolizione dell’ex biblioteca Gallino con sistemazione dell’area a piazza pubblica; dalla sistemazione del Chiostro della Certosa alla trasformazione dell’ex mercato ovo avicolo del Campasso; dalla riqualificazione del mercato e di piazza Tre Ponti a quella del Centro Civico Buranello e delle arcate ferroviarie. Tra i progetti finanziati anche l’intervento conservativo dei locali al piano terra della cosiddetta “Fortezza” di Sampierdarena, l’ampliamento dell’infrastruttura in fibra ottica in Valpolcevera e il disegno di fattibilità per la moderazione del traffico dell’isola ambientale a Sampierdarena.

«Si tratta di lavori complessi e necessari – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Crivello – che contribuiranno a rendere più vivibili i quartieri, a far crescere, ci auguriamo, il senso di comunità e a risolvere alcuni problemi che i residenti hanno più volte evidenziato. Mi piace ricordare il coinvolgimento dei Municipi, imprescindibile presidio di dialogo con la cittadinanza».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.