Elisa Bottini Massa (a sinistra nella foto di apertura, insieme ad Antonella Bertelli, presidente Aidda) di Helan, azienda di cosmetica, ha vinto il 18esimo premio Aidda, riconoscimento dell’associazione imprenditrici e donne dirigenti d’azienda.

L’impresa, fondata nel 1979, oggi ha 50 dipendenti e un fatturato che supera i 10 milioni di euro (il capitale sociale è di 108 mila) e continua l’attività nello stabilimento in val Bisagno in via Adamoli a Genova.

Oltre 400 i prodotti in commercio, esportazioni in 40 Paesi per una società che fa tutto “in casa”. Prodotti per il viso, trattamenti corpo, linee profumate, linee mamma e bimbi, solari, linee per uomo e capelli, fragranze per l’ambiente, make up e anche antizanzare sono i prodotti commercializzati.

La storia di Helan (acronimo di Helios e Animus, cioè sole e anima), comincia quando Elisa Bottini Massa decide di abbandonare la carriera universitaria (nel 1971 vinse una borsa di studio per lavorare in Ateneo), una delle poche donne dell’epoca a “sfondare” il muro maschile in università, per dedicarsi alla propria passione: la cosmetica fatta con materie prime naturali. “Armata” di Pagine Gialle, Bottini Massa arrivò fin dove terminava l’autostrada A12, a Livorno, dove riuscì a fare la prima vendita: una farmacia che ancora oggi è cliente Helan. Il primo passo di un continuo crescendo che raggiungerà 3 mila punti vendita. Il futuro è roseo: la conduzione famigliare proseguirà anche con la seconda generazione, visto che i figli MalvaMarco e Ludovico, sono tutti e tre ai vertici aziendali (oltre a Helan il “gruppo” comprende Villa Dea cosmesi naturale di laboratorio srl). «Nonostante si dedicasse anima e corpo al lavoro – dice Malva Moncalvo, a.d. dell’azienda – non ci ha mai fatto mancare nulla e ci ha fatto respirare passione e gioia per questo lavoro». «Al nono mese di gravidanza – aggiunge Patrizia Pasqualin, responsabile delle risorse umane Helan – voleva a tutti i costi terminare l’inventario».

Schiva e riservata, la “dottoressa” – così la chiamano tutti in azienda – dice di aver avuto passione, caparbietà, ma anche fortuna: «Siamo un gruppo che funziona, i dipendenti in caso di molti ordini da evadere, si fermano anche la domenica. Questo è fondamentale per proseguire l’attività». Una formula che non si trova in nessun barattolo, ma che è la linfa per riuscire a restare sul mercato e restarci a Genova. Oltre al laboratorio di via Adamoli, Helan ha uno show room aperto in via Trento (dove tutto cominciò) il martedì e il giovedì.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.