Redelfi acquisisce Gpa Solution per accelerare lo sviluppo di Bess in Italia

La società è attiva nello sviluppo di una pipeline Battery energy storage system di 1,2GW

Redelfi acquisisce Gpa Solution per accelerare lo sviluppo di Bess in Italia

Redelfi, società a capo dell’omonimo Gruppo industriale con sede operativa a Genova impegnata nello sviluppo di infrastrutture innovative e sostenibili per favorire la transizione energetica e quotata sul segmento Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, comunica l’acquisizione della società Gpa Solution srl, dalla società di diritto italiano Tzu srl.

L’acquisizione, che ha ad oggetto una partecipazione pari al 100% del capitale sociale di Gpa, è stata realizzata con il fine ultimo di implementare l’attività di sviluppo di Battery energy storage system (Bess) stand-alone anche in Italia, per garantire il raggiungimento dell’ambizioso target di sviluppo previsto dall’accordo recentemente concluso con il Gruppo Wrm.

Gpa, per il tramite della controllata Rec Storage srl, società costituita nel febbraio 2023, è attualmente impegnata nello sviluppo di una pipeline di 1,2 GW di impianti Bess.

Il corrispettivo per l’acquisizione è stato fissato nell’importo di euro 300 mila, oltre ad un earn out che sarà riconosciuto in un numero di 1.550.000 azioni Redelfi di nuova emissione che Tzu avrà diritto di sottoscrivere nel dicembre 2028 al prezzo di euro 2 per azione, oppure eventualmente, in una somma di denaro pari ad euro 11,2 milioni qualora il valore del titolo Redelfi al 1° dicembre 2028 sia superiore ad euro 9,2 per azione.

Gpa, oltre che nel mercato dell’energy, e in particolare del Bess in quanto tecnologia innovativa e sostenibile, opera anche nel settore del trading di materie prime, attività che, a seguito dell’acquisizione, Redelfi si è impegnata contrattualmente a non proseguire e a trasferire irrevocabilmente e senza vincoli alla parte venditrice, in quanto non in linea con il core business della società. Nell’esercizio 2022 Gpa ha registrato un fatturato di euro 26 milioni, interamente riconducibile alla suddetta attività di trading di materie prime, con ebitda leggermente negativo (pari ad euro -130 migliaia) e pfn nulla.

In ragione delle ultime operazioni concluse, come già precedentemente comunicato, la società provvederà ad aggiornare le stime inserite nel piano industriale condiviso con il mercato il 2 novembre 2022.

Davide Sommariva, presidente del consiglio di amministrazione di Redelfi ha commentato: “L’acquisizione di Gpa consente a Redelfi di accelerare l’attività di sviluppo sul mercato italiano, apportando una pipeline articolata di progetti che in parte potranno essere messi a fattor comune nella joint venture con il Gruppo Wrm e in parte potranno essere offerti a terzi investitori”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here