Regione Liguria precisa quanto segue in relazione alla vicenda degli Oss spezzini di Coopservice, rimasti a casa dopo la scadenza del contratto tra Asl 5 e la cooperativa il 31 maggio 2022. Pubblichiamo la nota integralmente.

Nnel mese di settembre si svolgerà un ulteriore concorso riservato ai lavoratori che si trovano nella condizione di essere stati occupati presso Coopservice per la copertura del 50% del fabbisogno dichiarato dalla Asl 5.

Nei mesi scorsi Regione Liguria ha avviato e svolto un concorso per assumere 159 Oss al quale hanno potuto partecipare gli Oss della Coopservice. Il concorso ha prodotto assunzioni a tempo indeterminato in base al merito e secondo le prescrizioni di legge.
Regione Liguria ribadisce inoltre come il licenziamento collettivo sia stato avviato da Coopservice, non da Regione Liguria, e come la magistratura abbia rigettato i ricorsi presentati contro la procedura concorsuale, a conferma della correttezza dell’operato della Regione e della Asl 5.

Regione Liguria si è trovata di fronte alla necessità di affrontare la situazione, eredità di gestioni passate che hanno portato a questa condizione di precariato per molti lavoratori. Una situazione di certo non voluta dall’attuale amministrazione, la quale anzi ha cercato soluzioni e avviato percorsi meritocratici che hanno portato all’assunzione a tempo indeterminato di circa 200 Oss, tra cui diversi operatori ex Coopservice, assunzioni che da anni non si vedevano nella sanità ligure.

Per quanto riguarda invece la cassa integrazione degli operatori al momento disoccupati, Regione Liguria ha concesso l’anticipazione tramite Filse: al momento resta un ostacolo da risolvere con l’istituto di credito nell’operazione di anticipo. I fondi anticipati restano a disposizione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.