Turismo, a Pasqua tutto esaurito alle Cinque Terre

Alberghi prenotati tra il 97 e il 99%

Turismo, a Pasqua tutto esaurito alle Cinque Terre

Sarà una Pasqua da tutto esaurito alle Cinque Terre. A una settimana dalle festività, le strutture ricettive di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore hanno registrato una media di prenotazioni che oscilla tra il 97 e il 99% per gli alberghi e tra il 90 e 92% per le altre soluzioni di alloggio. Ciò significa che il turismo alle Cinque Terre vale circa il cento per cento della capacità ricettiva sul territorio.

«Un inizio di stagione turistica potremmo dire dagli effetti speciali – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, anche grazie ai tanti eventi organizzati da Ponente a Levante, come in occasione dei Portofino Days andati in scena in questi giorni. I dati delle Cinque Terre lo confermano. Malgrado quest’anno la Pasqua arrivi presto, la Liguria risulta essere una delle mete più attrattive per i tanti turisti italiani e stranieri. C’è grande attesa per i ponti primaverili e questo primo scenario confermato dal sold-out delle Cinque Terre dimostra la bontà delle politiche di promozione turistica messe in campo negli ultimi mesi. Il 2024 sarà anche l’anno della riapertura delle Via dell’Amore e questo contribuirà certamente al benessere di tutto il territorio diventato vetrina di bellezza e sviluppo economico».

«La stagione turistica in tutta la Liguria sta per partire con il prossimo weekend pasquale – spiega l’assessore al Turismo Augusto Sartori -. Nonostante una Pasqua anticipata, possiamo dire che i presupposti sono molto positivi visto che come da tradizione consolidata si corre verso il tutto esaurito nei comuni delle Cinque Terre e nelle località vicine. Gli hotel risultano completi per oltre il 98% da Spezia a Levanto, poche le stanze ancora disponibili anche nel comparto extralberghiero e negli appartamenti, molto diffusi nella provincia spezzina. Spero che questa ottima partenza possa rasserenare gli animi esacerbati dagli aumenti tariffari del trasporto ferroviario nelle giornate di massimo afflusso».

Intanto prosegue il lavoro di promozione della Liguria nei mercati turistici di riferimento. Lo scorso fine settimana si è svolto il Salon du Randonneur, a Lione, dove Regione è presente per il terzo anno consecutivo. Si tratta di un appuntamento dedicato al mondo dell’outdoor, una tipologia di vacanza molto amata dai francesi, per la quale la Liguria ha moltissimo da offrire. Un appuntamento molto amato, infatti, anche dagli operatori della Liguria, presenti con proposte che spaziano dal trekking, al cicloturismo, all’arrampicata a picco sul mare, passando per le escursioni in canoa e kayak.

Un settore in forte crescita anche dopo la crisi sanitaria, che si riflette nel desiderio di riconnettersi con la natura, praticare discipline sportive all’aperto, coniugando benessere e rispetto per l’ambiente. L’interesse del mercato francese è sempre più orientato al trekking (attività che in Francia viene praticata dal 56% della popolazione di età superiore ai 18 anni) mentre aumentala passione per il cicloturismo.

«La Liguria da promuovere e ‘da baciare’ dopo Utrecht, Madrid, Milano, Monaco di Baviera e Berlino sbarca a Lione per un 2024 che sta vedendo la nostra regione protagonista in tutte le più importanti fiere del turismo – dichiara l’assessore Sartori – La Francia è uno dei mercati di riferimento per il nostro comparto: i francesi sono i primi turisti per numero di arrivi e i secondi per presenze in Liguria dopo la Germania. Secondo gli ultimi dati nel 2023, su 7 milioni di turisti stranieri, abbiamo avuto oltre 1 milione di presenze dalla Francia con un aumento del 4,22% rispetto al2022 e del 30% rispetto al periodo pre-covid. Il Salon du Randonneur è specializzato nell’outdoor, un tipo di turismo molto amato dai francesi: in questo contesto il 2024 si prospetta ricco di novità in Liguria: una su tutte la riapertura della Via dell’Amore alle Cinque Terre che finalmente quest’estate, grazie agli investimenti di Regione, tornerà percorribile nella sua interezza dopo la chiusura per frana del 2012».

Il Salon du Randonneur ha contato lo scorso anno 480 espositori da tutto il mondo e quasi 15mila visitatori, a riconferma di un settore sempre più amato dai francesi, nel quale la Liguria può vantare un’offerta di alto livello.

Di seguito gli operatori presenti allo stand della Liguria: Comune di Diano Marina, Welcome Liguria-Riviera Italienne-Deiva Marina, Liguria Together, Città di Finale Ligure Consorzio Finale, Outdoor Region, Cinqueterreholidays by Confartigianato TurismoLa Spezia, Consorzio Tourist Comm Service-Elevationclub.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here