Bilancio consolidato Maps Group: nel 2022 aumentati ricavi e redditività

L’incremento dei ricavi delle soluzioni proprietarie (+33%) e dei canoni ricorrenti (+31%) determinano una crescita dei ricavi totali pari a 24,7 milioni di euro (+15%)

Il consiglio di amministrazione di Maps, pmi innovativa attiva nel settore della digital transformation con quartiere generale a Parma e sede anche a Genova e quotata sulla Borsa di Milano, ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo al 31 dicembre 2022. L’incremento dei ricavi delle soluzioni proprietarie (+33%) e dei canoni ricorrenti (+31%) determinano una complessiva crescita dei ricavi totali pari a 24,7 milioni di euro(+15%).

Marco Ciscato, presidente esecutivo di Maps Group, commenta: «Il 2022 è stato un anno positivo per il nostro Gruppo, durante il quale, rispetto al 2021, sono aumentati ricavi e reddittività. La crescita è stata trainata dalle soluzioni proprietarie, in particolare quelle della Business Unit Healthcare. Si conferma anche il forte interesse per le soluzioni proprietarie della nostra Business Unit Energy, con ordini rilevanti da parte di player primari, i cui ricavi, in forte aumento sull’anno precedente, iniziano a contribuire in modo significativo ai risultati complessivi. L’aumento dei ricavi della Business Unit Esg è dovuto al contributo positivo delle acquisizioni. In generale, le operazioni M&A degli ultimi anni hanno generato ottimi risultati, a conferma della bontà della nostra strategia basata su una forte sinergia d’offerta. Le attività basate su progetti hanno segnato una riduzione, ampiamente prevista, in particolare nel primo semestre. L’aumento complessivo dei ricavi è, dunque, dovuto alle ottime performance delle soluzioni proprietarie, che hanno più che compensato la riduzione della linea progetti. L’aumento della PFN trae origine dalle attività per sostenere proprio la crescita delle soluzioni proprietarie attraverso investimenti in R&D e per finalizzare operazioni straordinarie. I risultati ottenuti confermano quindi la validità del nostro modello di business, caratterizzato dall’alta scalabilità e dalla marginalità dei nostri prodotti».

I principali risultati:

Il valore della produzione è pari a 27,5 milioni di euro, in crescita (+17%) rispetto a 23,5 milioni del 2021.

I ricavi sono pari a 24,7 milioni di euro, in crescita (+15%) rispetto a 21,5 milioni del 2021, con un contributo fondamentale della Business Units Healthcare (+26%) al quale va aggiunto anche il contributo della nuova Business Unit Energy.

Il margine operativo lordo (ebitda) è pari a 5,9 milioni di euro, in aumento (+17%) rispetto a 5,0 milioni del 2021, e corrispondente a un ebitda margin del 23,8% (2021: 23,4%). L’incremento della marginalità è dovuto a un business ormai quasi totalmente basato su soluzioni proprietarie scalabili.

Il margine operativo netto (ebit) è pari a 2,9 milioni di euro, in aumento (+30%) rispetto a  2,2 milioni del 2021.

Il risultato ante imposte è pari a 2,6 milioni di euro, in aumento (+23%) rispetto a 2,1 milioni del 2021, dopo oneri finanziari per 0,4 milioni.

L’utile netto si attesta a 2,7 milioni di euro, in aumento del 8% rispetto a 2,5 milioni del 2021, dopo le imposte che nel 2022 hanno generato un impatto positivo per 0,2 milioni di euro (2021: 0,4 milioni).

La posizione finanziaria netta è pari a 13,8 milioni di euro, in aumento rispetto a Euro 4,9 milioni del 2021.

Il patrimonio netto di Gruppo si attesta a 18 milioni di euro, sostanzialmente in linea (- 0,2%) rispetto al 2021.

La gestione operativa ha generato un flusso di cassa positivo per euro 1,5 milioni, in diminuzione rispetto a euro 3,3 milioni generati nel 2021. La diminuzione è principalmente imputabile all’incremento dei crediti verso i clienti e all’incremento dei lavori in corso su ordinazione relativi a commesse da consegnare nel corso del 2023.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here