Chiusura in cauto rialzo per la maggior parte delle Borse europee dopo le decisioni annunciate dalla Bce di lasciare invariati i tassi di interesse ma rallentare il ritmo degli acquisti del programma pandemico Pepp. Il tasso principale rimane fermo a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Allo stesso tempo , il Consiglio direttivo “giudica che le condizioni di finanziamenti favorevoli possono essere mantenute con un ritmo moderatamente più basso degli acquisti netti di asset tramite il programma per l’emergenza pandemica Pepp”, mentre ribadisce che continuerà gli acquisti di bond tramite il programma tradizionale ‘App’ al ritmo mensile di 20 miliardi di euro, e che “continua ad aspettarsi che gli acquisti netti procedano per tutto il tempo necessario a rinforzare l’impatto accomodante dei tassi, e terminare poco prima che inizi ad alzare i tassi d’interesse”.

Il Cac 40 di Parigi segna + 0,24%, il Dax 30 di Francoforte + 0,08%, il Ftse Mib di Milano +0,13%. In ribasso Londra (-1,01%) con il Ftse 100 a 7.024 punti. In netta contrazione lo spread Btp/Bund, a 102 punti (-4,42%).

A Piazza Affari in testa al listino principale si piazza Saipem (+2,86), Recordati fanalino di coda (-1,04%).

L’euro/dollaro Usa mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,182.

L’oro rimane su 1.791,7 dollari l’oncia. Stabile anche il petrolio che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 69,24 dollari per barile

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.