Patto per il lavoro nel turismo, Federterziario chiede chiarimenti su esclusione del settore ristorazione

La federazione ha chiesto un incontro con l'assessore regionale al Turismo Augusto Sartori

Patto per il lavoro nel turismo, Federterziario chiede chiarimenti su esclusione del settore ristorazione

Il settore della ristorazione è escluso dal Patto per il lavoro nel turismo della Regione Liguria che per sostenere le assunzioni nel 2024 ha messo a disposizione delle imprese 5 milioni di euro.

La denuncia, scrive Ansa, arriva da Federterziario Liguria. Per fare chiarezza l’organismo datoriale dei settori terziario, servizi e commercio ha chiesto un incontro urgente con l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori.

“L’esclusione della ristorazione dal patto ha determinato perplessità negli operatori del comparto che, pur considerandolo un’ottima iniziativa, ritengono importante avere l’opportunità di condividere alcune riflessioni sul settore della ristorazione oggi in sofferenza”, sottolinea Massimo La Rosa, presidente di Federterziario Genova, ripreso da Ansa.

“La crisi che da tempo conduce al difficile reperimento di personale sta causando non poche criticità agli esercenti: anche in ragione del trend positivo del 2023 e di previsione 2024, hanno necessità di chiarimenti e condotte certe. Solo un’azione congiunta di tutti gli interlocutori, pubblici e privati, nessuno escluso, può scongiurare un ulteriore divario tra domanda e offerta di lavoro, migliorare la qualità del servizio e contribuire a destagionalizzare l’attività del comparto, a tutto vantaggio delle condizioni di lavoro dei lavoratori”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here