Si è conclusa oggi a Milano la quarta edizione di B Heroes, il programma di accelerazione e mentorship dedicato alle startup italiane promosso in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Innovation Center. Durante l’evento sono state presentate le 16 startup finaliste con l’annuncio delle cinque aziende innovative che, dopo essersi distinte nel corso di questa stagione, si sono aggiudicate un investimento complessivo di un milione di euro da parte di B Heroes e B Holding.

Tra le le startup che accederanno ai programmi di investimento si è classificata seconda Gioielleria Italiana (Savona), che opera nel settore B2B della gioielleria preziosa (vedi qui ) e ha creato un configuratore online per permettere al gioielliere di personalizzare tutte le caratteristiche di una linea di gioielli preziosi scegliendo tra oltre 120.000 articoli unici. Riceverà 250 mila euro. Le altre quattro imprese sono Meeters (Verona), community del tempo libero per conoscere nuove persone organizzando attività di gruppo in giornata oppure viaggi e weekend; Contents.com (Milano), sviluppa un algoritmo di intelligenza artificiale per creare contenuti automaticamente per qualsiasi genere di business e Prometheus (Modena), che realizza dispositivi medici e per la medicina rigenerativa, in particolare un cerotto tecnologico che dimezza i tempi di guarigione delle ferite.

Il riconoscimento speciale di Nativa per la migliore startup in termini di creazione di impatto ambientale e sociale positivo è stato assegnato a Biova (Torino), che produce birra dallo scarto alimentare del pane.

Le 16 startup finaliste di questa edizione avranno accesso alla Elite Lounge di Intesa Sanpaolo dedicata a B Heroes che avrà inizio a settembre. Con questa iniziativa il Gruppo Intesa Sanpaolo prosegue il percorso di supporto dell’imprenditoria innovativa, mettendo a disposizione non solo strumenti finanziari dedicati, ma percorsi di accompagnamento alla crescita grazie al sostegno dei suoi partner B Heroes ed Elite di Borsa Italiana, il private market che connette le imprese a diverse fonti di capitale per accelerarne la crescita.

L’evento finale, che si è svolto a Palazzo Mezzanotte, è stato introdotto dai saluti di benvenuto di Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato Borsa Italiana, che hanno preceduto due momenti di discussione tra importanti realtà: nella tavola rotonda dedicata all’innovazione nel campo sanitario Luigi Ruggerone, responsabile Direzione Trend Analysis and Applied Research Intesa Sanpaolo Innovation Center, ha dialogato con Elena Bottinelli, amministratore delegato dell’Ospedale San Raffaele e dell’Istituto Ortopedico Galeazzi, e Gianguglielmo Zehender, professore di Igiene Generale e Applicata DIBIC L. Sacco dell’Università di Milano.

Nel panel dedicato al confronto con le aziende, Anna Roscio, responsabile Direzione Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo, ha affrontato i temi della sostenibilità e dell’innovazione nel mondo delle startup e delle aziende mature. Il dibattito è stato arricchito dagli interventi di Michele Faggioli, chief operating officer Lu-Ve, multinazionale varesina tra i principali operatori al mondo nel settore degli scambiatori di calore ad aria, e Felice Granisso, Ceo di Tea Tek, giovane azienda napoletana specializzata nei mercati delle energie alternative e degli impianti industriali, inserita da Intesa Sanpaolo nella prima ELITE Lounge 2021 a testimonianza dell’impegno del Gruppo a sostenere la nuova imprenditoria. Supportare le startup contribuisce anche ad attuare uno dei pilastri di “Motore Italia”, il programma avviato quest’anno da Intesa Sanpaolo mettendo a disposizione delle imprese 50 miliardi di euro di nuovo credito per liquidità e investimenti nella transizione sostenibile e digitale.

Tra gli ospiti della serata gli atleti paralimpici Bebe Vio e Riccardo Bagaini (dell’associazione art4sport) che hanno raccontato la propria esperienza sportiva, evidenziando come l’impegno sia la chiave del successo in ogni campo. Le conclusioni della serata sono state affidate a Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, che ha rinnovato l’impegno del Gruppo nella promozione di progetti innovativi e sostenibili per favorire la crescita delle startup italiane annunciando la nuova Elite Lounge di Intesa Sanpaolo, la seconda del 2021, che sarà avviata a settembre e dedicata alle startup del programma di quest’anno, alcune delle quali saranno protagoniste del docufilm in onda su Sky e NOW.

Le startup che si sono aggiudicate gli investimenti hanno superato un lungo processo di analisi e selezione, curato dal team investimenti di B Holding e guidato da Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes e principale azionista del venture capital che sostiene la crescita dell’ecosistema italiano delle startup.

«Concludiamo il quarto anno di B Heroes consapevoli di aver scoperto e valorizzato decine di aziende che daranno un contributo importante alla crescita del sistema-Italia. Non tutte diventeranno unicorni, ma ognuna porterà idee e innovazione, innescherà processi di cambiamento grandi e piccoli – dichiara Cannavale. Mentre ero sul palco della finale pensavo già alla prossima edizione, a che cosa potremo fare per rendere B Heroes 5 un’esperienza centrale nell’ecosistema startup negli anni che auspicabilmente saranno caratterizzati da un nuovo boom economico».

«Le startup nate e sviluppate negli ultimi anni – evidenzia   Barrese – sono la dimostrazione del coraggio e dell’iniziativa tipici degli imprenditori italiani che il Gruppo Intesa Sanpaolo è desideroso di affiancare dai loro primi passi all’affermazione sui mercati, con un’attenta attività di mentoring e consulenza. In questa fase di ripresa è ancora più importante individuare e selezionare i progetti che potranno contribuire a rilanciare la nostra economia e la fiducia per investire: per un gruppo inclusivo e capillare come il nostro, la condivisione di questi valori è cruciale al fine di sostenere i percorsi di crescita delle aziende innovative di ogni grandezza».

Marta Testi, amministratore delegato di Elite, precisa: «La quarta edizione di B Heroes ha dimostrato la presenza di tante realtà imprenditoriali che hanno voglia di mettersi in gioco, dimostrando ambizione e resilienza in un periodo come quello attuale. È importante che anche le start-up siano in grado di accedere in modo efficace a diverse fonti di capitale per aumentare le proprie opportunità crescita. Per questo, Elite fornirà un prezioso supporto nel loro percorso di formazione, sviluppo e raccolta di capitali».

La selezione delle aziende partecipanti alla quarta edizione di B Heroes è stata un viaggio nel mondo dell’imprenditorialità innovativa italiana che andrà in onda in un docufilm a settembre su Sky e Now (il progetto è stato realizzato in collaborazione con Brand Solutions, divisione interna di Sky Media).

La fase di selezione e di accelerazione è realizzata con la collaborazione del knowledge partner McKinsey & Company. Il docufilm di B Heroes 4 è prodotto da YAM112003, mentre media partner dell’edizione 2021 è Wired.

Borsa Italiana, partner dell’iniziativa, ha messo a disposizione la sua sede di Palazzo Mezzanotte per la finale. Borsa italiana è infatti da sempre molto vicina alle imprese del nostro Paese con un focus importante sul mondo delle startup e delle scaleup. Tutte le startup selezionate hanno l’opportunità di crescere in un percorso di accelerazione con partner che sono aziende di riferimento nei rispettivi settori: Amazon Web Services, BonelliErede, Cariplo Factory + Tech Italy Advocates, Doorway, Energy in Organization, Google, Gruppo Galgano, Gummy Industries, Invitalia, Nativa, Pirola Pezzuto Zei & Associati e Scuola Holden.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.