Questa mattina, nella sede genovese di Confindustria, è stata annunciata la costituzione di BAM, prima rete d’imprese in Liguria – e tra le prime del sistema Confindustria a livello nazionale – formata tra aziende di servizi dell’informazione e della comunicazione: A&A Communication, GGallery e Curiositas. BAM conta complessivamente su 38 dipendenti, nelle due sedi operative, a Genova e Milano, più di 30 collaboratori attivati in base alle profondità progettuali, un fatturato di 2,9 milioni di euro, 330 clienti di cui 75% imprese, 18% enti pubblici, 7% associazioni di categoria.

Alla conferenza stampa erano presenti il presidente dell’associazione Umberto Risso, il sindaco di Genova Marco Bucci e i tre fondatori di BAM, Antonello Amato, Paolo Macrì e Claudio Burlando, rispettivamente amministratore unico di A&A Communication, presidente di GGallery e direttore creativo di Curiositas:

Ciascuna di queste aziende è specializzata in diversi ambiti di comunicazione, marketing e formazione. «Quindi – precisa Macrì – non c’è sovrapposizione funzionale, e sostanzialmente non c’è concorrenza. E i clienti possono fruire di un interlocutore unico e allo stesso tempo specializzato, il che equivale a una garanzia di qualità della consulenza. I servizi che offriamo sono servizi a 360° sulla comunicazione. La struttura agile e flessibile di BAM consentirà versatilità operativa su tutti i livelli comunicativi, senza rinunciare a prezzi accessibili».

«BAM – spiega Amato – è il risultato dell’alleanza di tre agenzie di comunicazione che hanno tutte sede a Genova e hanno deciso, al di là dell’amicizia personale dei tre imprenditori, di coalizzarsi per poter offrire ai potenziali clienti e a quelli che lo sono già tutte le possibilità di comunicazione e marketing con un livello di professionalità elevato, e con una flessibilità tale per cui in tutte le aree di comunicazione e marketing, anche quelle di nicchia».

Secondo Burlando «è fondamentale riuscire a portare Genova e le aziende cittadine fuori dal territorio nazionale guardando sempre avanti. Avere una visione di comunicazione nuova, con nuovi linguaggi – che prendono poi sempre spunto da quello che l’azienda ha costruito. Noi siamo a disposizione delle aziende e degli enti per cercare di scoprire e raccontare al meglio ciò che loro stessi non sanno di avere come opportunità».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.