Mostrare le più avanzate capacità strategiche nel settore della difesa navale che l’azienda propone nel contesto europeo e mondiale per contrastare minacce in continua evoluzione: questo è l’obiettivo che si pone Mbda con la partecipazione a Seafuture 2021 di cui l’azienda è gold sponsor. Il salone si svolge dal 28 settembre all’1 ottobre alla Spezia, dove Mbda è di casa con un proprio stabilimento produttivo dedicato in particolare alla difesa antinave, rappresentata anche dal missile Teseo MK2/E, per la prima volta esposto in un salone.

Mbda è attivamente coinvolta nella fornitura di sistemi missilistici per unità navali di ogni dimensione, dalle fregate ai cacciatorpediniere, fino ai pattugliatori, ai sottomarini e ai velivoli navali ad ala fissa e rotante.

L’innovazione è una delle leve sulle quali l’azienda fonda le proprie attività per garantire ai clienti la superiorità in ambito navale. Seafuture 2021 è la vetrina ideale dove illustrare come l’azienda stia evolvendo le proprie tecnologie in questo settore, incrementando in particolare le capacità antinave con il missile Teseo MK2/E, recentemente oggetto di un contratto di sviluppo per la Marina Militare italiana, e con il Marte ER, sistema multipiattaforma di terza generazione per piattaforme aree ad ala fissa e rotante, entrambi esposti in scala 1:1.

Innovazione è la parola che caratterizza anche gli altri prodotti presentati in scala 1:1 a Seafuture 2021 come il Camm-ER, versione a portata più estesa della famiglia di sistemi di difesa aerea Camm, integrabile nel sistema navale Albatros NG, e un prodotto simbolo di Mbda: l’Aster, proposto nella versione B1 NT. Aster, oltre a essere uno dei programmi di cooperazione alla base della nascita di Mbda, rappresenta un sistema di riferimento nel panorama missilistico della difesa aerea navale. L’Aster è stato recentemente oggetto di un contratto che lo renderà ancora più performante, grazie allo sviluppo della variante B1 NT di nuova generazione.

Componente fondamentale nel sistema di difesa navale Saam Esd (Surface-to-Air Anti-Missile), il B1 NT equipaggerà i nuovi pattugliatori polivalenti d’altura della Marina Militare italiana per la difesa di punto e di area, anche in funzione antibalistica. Alla famiglia Aster appartiene anche l’Aster 30 che recentemente si è distinto con lanci di successo nel corso dell’esercitazione Formidable Shield 2021 con le Marine italiana, britannica e francese.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.