È stato firmato questa mattina l’accordo tra l’amministrazione comunale di Sanremo, rappresentata dagli assessori all’Ambiente Lucia Artusi e al Demanio Mauro Menozzi, e la Med Yacht Services, società sanremese operante nel settore della nautica che ha deciso di donare al Comune di Sanremo Seabin.

Lo Seabin, del valore commerciale di circa 7 mila euro, è uno strumento tecnologico di ultima generazione particolarmente performante nel raccogliere materiale inquinante in acqua, ed è già molto utilizzato in tutto il mondo.

Con la funzione di “cestino galleggiante” lo Seabin è in grado di catturare circa 1,5 Kg di detriti al giorno, per un totale 500 Kg di rifiuti galleggianti all’anno, comprese le microplastiche da 5 e 2 mm di diametro e le microfibre da 0,3 mm, mozziconi di sigaretta e altri rifiuti che comunemente inquinano le acque.

L’amministrazione comunale lo destinerà allo specchio acqueo di Porto vecchio, mentre Amaie Energia gratuitamente si occuperà di svuotare lo Seabin una volta riempito.

«Un’idea su cui lavoravamo da tempo e che oggi abbiamo perfezionato − dice Artusi − Devo fare un grande ringraziamento alla Med Yacht Services nelle persone di Riccardo Ciani e Fulvio Papalia per questa donazione che va nella direzione intrapresa da questa amministrazione di salvaguardia dell’ambiente e tutela degli ecosistemi, ricordando che il nostro mare è lo straordinario habitat del Santuario dei Cetacei, eccellenza di biodiversità marine. Il 2 agosto si terrà la Festa del Mare, che abbiamo organizzato insieme alla Capitaneria di Porto, e successivamente inaugureremo lo Seabin al porto».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.