Un investimento che va dai 400 a 700 mila euro a negozio quello di Dm (Drogerie markt), la catena di drugstore che da domani apre a Genova il primo dei due nuovi punti vendita nel capoluogo (il secondo è previsto entro la fine dell’estate in piazza Dante). Otto i dipendenti di quello che è stato inaugurato in via Brigata Liguria 49r–59r, di cui sei nuovi assunti genovesi e due nuovi residenti in più visto che una commessa per esempio si è appena trasferita dall’Alto Adige.

«Un bel segnale che ci rende orgogliosi – afferma il sindaco Marco Bucci, presente all’inaugurazione – non so quante nuove aperture ci siano state in Italia dopo il lockdown».

Il drugstore è una tipologia di negozio tipica degli Usa che vende, con orario continuato e prolungato, generi alimentari, ma anche da toilette eccetera.

Una filiale, così la chiama il direttore marketing e acquisti Benjamin Schneider, ampia 250 mq con 12 mila articoli. 30 i marchi acquistabili in via esclusiva nella catena.

«La nostra clientela è l’italiano medio, che cerca sia prodotti per la pulizia e l’igiene personale, sia per il benessere quotidiano – afferma Schneider – crediamo tantissimo in una città come Genova e siamo fiduciosi».

Dm ha le radici in Germania, dov’è nata nel lontano 1973. Si è poi espansa in Austria ed Est Europa e oggi è presente in 13 Paesi. È la più grande catena della categoria drugstore in Europa e da domani quella di Genova sarà la 41esima filiale italiana.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.