Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha firmato un nuovo dpcm che dispone 4 miliardi e 300 milioni a valere sul fondo di solidarietà comunale per dare ossigeno ai bilanci. Inoltre, con un’ordinanza di protezione civile, verranno anticipati 400 milioni per consentire ai Comuni di distribuire dei buoni spesa e di erogare generi di prima necessità alle persone sole e in difficoltà economica, grazie alla catena del volontariato e del terzo settore.

Lo ha annunciato lo stesso Conte in una conferenza stampa trasmessa in diretta Facebook, appellandosi alla grande distribuzione perché aggiunga un 5-10% di sconto a chi acquista con questi buoni spesa.

Conte ha anche specificato che le somme della cassa integrazione in deroga e straordinaria contenuta nel decreto Cura Italia dovrebbero arrivare nelle tasche dei lavoratori entro il 15 aprile. «Facciamo di tutto per dimezzare e azzerare i tempi della burocrazia. Gli uffici Inps stanno lavorando alacremente. Ciò riguarda anche per il bonus di 600 euro. La macchina statale richiede procedure complesse e stiamo facendo il possibile per azzerarli».

Il ministro dell’Economia e delle finanze Roberto Gualtieri ha aggiunto che verranno distribuiti tenendo conto della dimensione demografica e dei requisiti socioeconomici.

Conte, rispondendo a una domanda, ha anche anticipato che verrà prorogato lo stop delle attività didattiche e ha lasciato intendere che potrebbe essere allungato anche il fermo delle attività economiche non essenziali, anche se al momento non esistono valutazioni concrete.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.