Le risposte di Renzo Guccinelli, assessore regionale allo Sviluppo economico:

Renzo Guccinelli
Renzo Guccinelli

Qual è stata l’azione concreta più importante che è riuscito a raggiungere in questa legislatura?

Approvazione, come prima regione in Italia, della Legge Regionale n.1 del 2012 sullo Sba, Small Business Act, che riconosce la centralità del ruolo della micro e piccola impresa per lo sviluppo economico, introduce semplificazioni amministrative e facilità di accesso agli appalti pubblici per tali imprese e assegna una riserva minima dei fondi pubblici per incentivi del 60% alle Mpmi e 30% alle micro e piccole imprese.

Quale obiettivo preposto non è riuscito invece a concretizzare?

Nonostante alcuni interventi realizzati dalla Regione, come la sottoscrizione con il sistema bancario ed Equitalia di un protocollo anti-crisi e l’attivazione di fondi pubblici per garantire la liquidità alle imprese in difficoltà (fondi utilizzati da circa 7 mila imprese), un obiettivo non completamente raggiunto è legato alle difficoltà di accesso al credito bancario delle micro e piccole imprese.

Quale risultato concreto nei confronti dell’artigianato e delle micro e piccole imprese ha portato a termine in questa legislatura?

Aver garantito in questi anni di forte crisi economica la possibilità per artigiani e piccole imprese di accedere a incentivi regionali e comunitari sostenendo anche percorsi di innovazione di prodotto e processo e di aggregazione tra imprese (Reti di imprese).

Quale dovrà essere il primo obiettivo della prossima legislatura a favore di artigianato, micro e piccole imprese?

Migliorare l’accesso al credito delle micro-piccole imprese attraverso il rafforzamento del sistema delle garanzie e del ruolo dei Confidi, anche tramite l’utilizzo di fondi europei della nuova programmazione nel quale è stata inserita un’azione mirata proprio a questo.

Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro da Lei svolto in consiglio regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

Credo sia meglio che il voto, o forse meglio il giudizio sul mio operato, sia dato dagli interlocutori esterni. Mi limito a poche considerazioni. In questi anni ho portato a compimento varie iniziative legislative dedicate al sostegno delle micro e piccole imprese, del comparto artigianato ma non solo, e credo di aver garantito tempestività di intervento anche a fronte di eventi straordinari come il rimborso alle  imprese danneggiate dai recenti eventi alluvionali per consentirne la ripresa delle attività. Inoltre ho esercitato un ruolo propulsivo per affermare la centralità del ruolo della micro e piccola impresa nel sistema economico e nei vari ambiti tematici come innovazione, aggregazione d’impresa ed energia.

Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro della giunta regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

8: in questa legislatura credo che la giunta abbia lavorato a pieno ritmo per sostenere il sistema imprenditoriale ligure portando a compimento ogni azione ritenuta idonea per sostenere le imprese, per esempio perseguendo il pieno di utilizzo dei fondi comunitari dedicati alle imprese e mettendo in campo risorse regionale per garantire continuità degli incentivi a supporto del settore dell’artigianato: è il caso di Artigiancassa e delle iniziative di sostegno all’artigianato artistico e di eccellenza.

Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro del consiglio regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

6: il consiglio regionale si è limitato all’approvazione dei provvedimenti proposti dalla giunta. Quasi mai ha avuto le capacità di pensare e proporre progetti e strumenti per il settore.

Attribuisca un voto da 0 a 10 all’azione svolta da Confartigianato Liguria nei confronti dell’attività della Regione Liguria e lo motivi in un massimo di 30 parole.

8: Confartigianato ha rappresentato in questi anni per la Regione Liguria un interlocutore sempre presente e attivo nei vari organismi di confronto e partenariato in materia di politiche di sostegno al sistema della piccola impresa. Grazie al ruolo e all’azione di Confartigianato il mio assessorato ha potuto meglio definire e affinare gli strumenti di agevolazione a favore delle micro e piccole imprese disponendo di un osservatorio e di elementi di feed-back per riallineare le misure alle vere esigenze delle micro e piccole imprese.

 

Guarda i contributi video:

Stile Artigiano Savona 2014 – Mezz’ora con… Stile

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.