Grazie all’accordo territoriale a cui sono giunti oggi Ascom Confcommercio Genova e le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, le imprese, soprattutto in vista della stagione estiva, potranno contare su collaboratori a termine con contratti di lavoro per il tempo necessario a gestire i flussi turistici senza limitazioni numeriche dando priorità ai dipendenti in forza con contratto part time. «L’opportunità che l’art. 66 bis del Ccnl Terziario ci offre è quella di poter gestire i picchi di attività tramite assunzione di personale a tempo determinato riconducendoli a ragioni di stagionalità e di conseguenza esclusi dal limite previsto per legge», commenta Oscar Cattaneo, vicepresidente Ascom.

L’accordo ha valore fino al 31 dicembre 2108, data in cui andrà a scadere anche il Ccnl a livello nazionale e quindi sarà opportuno incontrarsi nuovamente, anche a scopo di monitoraggio, che verrà svolto attraverso l’ente bilaterale del Terziario di Genova: per dare corso alle assunzioni, le aziende dovranno indicare nella lettera di assunzione il riferimento all’accordo territoriale e inviare comunicazione all’Ente Bilaterale del Terziario di Genova anche via mail.

«Oggi abbiamo colto appieno l’opportunità che il Contratto Collettivo del Commercio ci offre − dice Cattaneo − e cioè definire a livello territoriale ciò che consideriamo località turistica. Pur non esercitando attività a carattere strettamente stagionale, le nostre imprese del terziario hanno necessità di gestire picchi di lavoro intensificati in determinati periodi dell’anno, per esempio con l’arrivo della bella stagione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.