Chiusura contrastata delle borse europee, con Londra (+0,93%), Parigi (+0,35%) e Francoforte (+0,29%) positive e Madrid (-0,32%) e Milano (Ftse Italia All Share -0,27%, Ftse Mib -0,16%, Ftse Aim Italia -0,44%) negative. Gli operatori attendono il Beige Book della Fed e il summit dei Paesi dell’Opec.

Poco mosso lo spread Btp/Bund attestato su 104 punti (variazione+0,96%, rendimento Btp 10 anni+0,75%, rendimento Bund 10 anni-0,30). Intanto il Tesoro ha chiuso con successo il collocamento del primo Btp Green italiano, fissandone in 8,5 miliardi di euro l’ammontare. Il titolo, con scadenza aprile 2045, ha raccolto una domanda molto forte, superiore agli 80 miliardi di euro.

A Piazza Affari brillano i bancari, con Unicredit +2,52%, Intesa Sanpaolo +2,25%, Banco Bpm +1,89%. In pole position sul Mib anche Buzzi Unicem (+2,3%). Tonfo di Amplifon (-8,35%) dopo la pubblicazione dei conti 2020 e sull’incertezza per l’outlook 2021.

Sul mercato dei cambi, il dollaro ha recuperato terreno dopo l’apertura di Wall Street. L’euro chiude a 1,2075 dollari, da 1,2074 ieri in chiusura, e a 129,07 yen (da 128,855), mentre il rapporto dollaro/yen e’ a 106,87 (da 106,72).

In rialzo il petrolio nell’attesa della riunione dell’Opec+ di domani: il future aprile sul Wti guadagna il 2,83% a 61,44 dollari al barile, mentre la consegna maggio sul Brent sale del 2,26% a 64,12 dollari.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.