Chiudono poco mosse le Borse europee una giornata all’insegna del nervosismo causato dai dati sulla produzione industriale tedesca, che in giugno ha fatto registrare un calo, e dalla mancanza di stimoli. Gli investitori attendono i dati Usa sui prezzi alla produzione e al consumo di luglio, in agenda tra giovedì e venerdì, e gli esiti dell’incontro ad Abu Dhabi fra paesi produttori di petrolio che dovranno valutare il rispetto degli impegni per la riduzione della produzione e decidere mosse future. L’indice Euro Stoxx ha concluso la seduta piatto (-0,05%) a 3.505 punti. Moderatamente positivi il Ftse 100 di Londra (+0,3%) e il Cac 40 di Parigi (+0,1%), negativo il Dax di Francoforte (-0,3%), appesantito dai dati tedeschi.

Milano registra Ftse Italia All-Share a 24.276,99 punti (+0,39%) e Ftse Mib a 22.031,17 punti (+0,43%), sostenuta dal rialzo di Unicredit (+2,6%) e Banco Bpm (+2,5%).

Il dollaro resta sotto quota 1,18 nei confronti dell’euro, mentre il cambio tra dollaro e yen risale a 110,8, beneficiando ancora dei dati superiori alle attese sul mercato del lavoro statunitense pubblicati lo scorso venerdì.

Per quanto riguarda il petrolio, il Brent segna -1,1% a 51,8 dollari e il Wti -1,2%. Al via oggi ad Abu Dhabi il vertice di due giorni tra i paesi Opec e non Opec.

Sull’obbligazionario, il rendimento del Btp scende sotto la soglia del 2%, separato da uno spread con il Bund tedesco in area 152 punti base.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.