Il diritto come professione

    Quando:
    23 ottobre 2019 17:45@17:45 Europe/Rome Fuso orario
    2019-10-23T17:45:00+02:00
    2019-10-23T18:00:00+02:00
    Dove:
    Palazzo Ducale, sala del maggior consiglio
    piazza Matteotti
    Genova
    Costo:
    Gratuito

    Dal 23 ottobre all’11 dicembre Palazzo Ducale ospita “…come professione“, un ciclo di conferenze a cura di Ernesto Franco e ispirate dal centenario delle due conferenze di Max Weber: La scienza come professione e La politica come professione. Nella prima, Weber parlava del mestiere di insegnante, della vocazione interiore alla ricerca e al sapere, del fatto che “per l’uomo in quanto uomo non ha valore alcuno ciò che non può fare con passione”. Ma parlava anche della necessità di un duro lavoro e descriveva in modo insuperabile il momento dell’ispirazione, dell’idea che dà senso a tutto ciò che si fa, qualsiasi cosa si decida di fare e intraprendere.

    In modo laico, mettendo in guardia da ogni fanatismo e intessendo un altissimo elogio al dovere della chiarezza nei rapporti fra gli uomini e le generazioni, Weber provava a indicare i modi in cui ognuno potesse trovare il demone che tiene i fili della propria vita e decidesse quindi di obbedirgli. Dopo cent’anni è cambiato quasi tutto, ma non alcune delle questioni di fondo che Weber affronta, innanzi tutto quella sulla domanda di senso che ogni generazione si pone affrontando la vita e il proprio fare, la propria professione. Gli incontri rappresentano, quindi, un’opportunità di riflessione e dialogo sulle questioni poste dal grande Weber: dalla vita al lavoro, dal sapere alla propria vocazione interiore.

    Ospite del primo incontro, il 23 ottobre, Gustavo Zagrebelsky, professore emerito di diritto costituzionale all’Università di Torino: “Il diritto come professione”. Ore 17,45 nella sala del Maggior consiglio.

    Due domande i giuristi dovrebbero porsi a proposito delle loro professioni. La prima è perché essi sono spesso temuti e quasi mai amati. La seconda è perché una cattiva azione di un giudice o di un avvocato deturpa l’immagine della giustizia, molto più di quanto cento buone azioni l’abbelliscono. Le risposte possono servire a un esame di coscienza da parte di uno che al diritto ha dedicato cinquant’anni della sua vita professionale.

    Prossimi appuntamenti:

    mercoledì 6 novembre 2019, ore 17.45
    Paolo Giordano, La scrittura come professione

    giovedì 14 novembre 2019, ore 17.45
    Massimo Cacciari, La filosofia come professione

    mercoledì 11 dicembre 2019, ore 17.45
    Massimo Recalcati, La psicoanalisi come professione

    LASCIA UNA RISPOSTA

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.