Sciopero nei porti: dalle 4 del mattino del 4 luglio presidiati i varchi

Si terrà in tutti i porti del Paese a sostegno della trattava per il rinnovo del contratto nazionale dei porti scaduto a dicembre

In riferimento allo sciopero dei lavoratori dei porti italiani che si terrà il 4 e il 5 luglio, a partire dalla mezzanotte di oggi, a Genova verranno presidiati i varchi portuali a partire dalle 4 del mattino del 4 luglio (Psa G.P; Varco di Ponente; Ponte Etiopia; Varco San Benigno/Albertazzi/Passo nuovo).

Nella giornata di venerdì 5 luglio, con orario da definire, sarà indetta un’assemblea generale di tutti i lavoratori portuali a Ponte Etiopia per informare lavoratori e cittadini sullo stato della trattava  in corso.

Lo sciopero di 48 ore indetto per il 4 e il 5 luglio da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti nazionali si terrà in tutti i porti del Paese a sostegno della trattava per il rinnovo del contratto nazionale dei porti scaduto a dicembre.

Secondo le organizzazioni sindacali la proposta delle controparti è ancora insufficiente dal punto di vista economico: la perdita del potere di acquisto dei salari deve essere necessariamente recuperata. Il rinnovo del Ccnl è considerato importante non solo per la parte economica ma anche per il ruolo centrale che occupa il contratto per la salvaguardia del sistema di lavoro portuale e la difesa della dignità dei lavoratori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here