“Non te la bere” al via la campagna contro l’abuso di alcol tra i giovani

La campagna di prevenzione è lanciata da Regione liguria, insieme a Silb-Fipe (sindacato locali da ballo)

Regione liguria, insieme a Silb-Fipe (sindacato locali da ballo), lancia la campagna di comunicazione “Addicted to life – non te la bere” e annuncia un nuovo progetto sulla prevenzione contro l’abuso di alcol.

La campagna di comunicazione “Addicted to life” ha l’obiettivo di sensibilizzare i giovani al fine di evitare i comportamenti a rischio legati al consumo di alcol, in particolare il cosiddetto ‘binge drinking’, cioè l’abbuffata alcolica: la tendenza a bere una grande quantità di alcol concentrata in poco tempo.

La campagna di prevenzione, ideata dalla Regione Emilia-Romagna con il patrocinio della Conferenza delle Regioni, è stata estesa a tutto il territorio nazionale ed è stata inserita tra le attività di comunicazione del Piano Regionale della Prevenzione.

Al centro della campagna un video che descrive positivamente le passioni e gli stili di vita dei giovani (ad esempio musica, viaggi e sport) giocando sul doppio significato della parola “addiction”, che in inglese vuole dire sia dipendenza che passione.

Alla campagna aderisce e partecipa il Silb-Fipe (Sindacato Italiano Locali da Ballo Federazione Italiana Pubblici Esercizi) riunisce le imprese che operano nel settore dell’intrattenimento da ballo e di spettacolo, e conta oggi sull’adesione di circa il 90 percento delle discoteche e delle sale da ballo italiane censite dalle Camere di Commercio.

«Dopo il progetto ideato dall’Emilia Romagna – spiega Sonia Salvini, referente di Alisa per le dipendenze − sarà la Liguria a promuovere un’iniziativa rivolta al personale e agli esercenti delle sale da ballo. L’obiettivo è quello di sviluppare uno strumento di formazione rivolto agli esercenti e al personale delle sale da ballo al fine di costruire una rete di persone che collaborano al divertimento sicuro. La ricaduta sarà sulle persone che frequentano le sale da ballo, in particolare i giovani e i minorenni».

«La presenza e il coinvolgimento del sindacato dei locali da ballo – spiega Mattia Nicotera presidente Silb-Fipe Genova – è di grande importanza in questo tipo di iniziative di sensibilizzazione. Per questo siamo diventati promotori di progetti ritenuti importanti per la loro valenza culturale e sociale, grazie ai quali è stato avviato un rapporto di collaborazione sempre più forte con Istituzioni quali il Ministero dell’Interno, il Ministero della Salute, la Polizia Stradale e molte Regioni, Province e Comuni italiani sensibili a questi temi. Diversi i Protocolli siglati per intervenire su criticità quali l’emergenza droga, i rischi sulle strade, la sicurezza fuori e dentro i locali. Proprio perché consapevole del contributo importante che può apportare, Silb – Fipe fa parte della “Consulta nazionale sulla Sicurezza Stradale” presso il Cnel e aderisce all’Alcohol Forum, l’Organismo costituito in ambito comunitario che si propone di individuare le buone pratiche relative all’assunzione di bevande alcoliche”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here