Interreg Spazio Alpino, in arrivo in Liguria 1,1 milioni comunitari

Approvati dal Comitato di programma quattro progetti con partner liguri

In arrivo in Liguria 1,1 milioni di euro di fondi comunitari grazie al Programma europeo Interreg Spazio Alpino. Lo annuncia l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana, a seguito dell’approvazione da parte del Comitato di Programma di quattro progetti con partner liguri. L’Italia (con sei regioni, tra cui la Liguria, e due province autonome) fa parte del programma di cooperazione transnazionale 2021-2027, al pari dell’Austria, del Liechtenstein, della Slovenia, della Svizzera e di alcune regioni della Germania e della Francia.

Il Comitato di Programma, riunitosi a Bled in Slovenia il 5 e 6 giugno, ha approvato complessivamente 33 milioni sull’intera area alpina. Di questi, 1,1 milioni arriveranno in Liguria per progetti che saranno avviati a partire da questa estate.

«È il miglior risultato di sempre per la Liguria sul Programma Interreg Spazio Alpino – sottolinea Piana –. Un successo che testimonia l’abilità del sistema regionale nel fare squadra per catalizzare il maggior numero di risorse sul nostro territorio. I progetti che ci vedono coinvolti sono mirati ad offrire soluzioni condivise a sfide comuni, come la promozione dell’efficienza energetica e la riduzione delle emissioni di gas serra (progetto Alpha), l’adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione del rischio di catastrofi (progetti A-Droop e RESPOnD) e la promozione della transizione verso un’economia circolare e l’efficienza delle risorse (progetto Aster). Uno stimolo – aggiunge l’assessore – per continuare a intercettare progetti sempre più concreti e rispondenti alle necessità di cittadini e imprese».

In particolare, il progetto “Alpha”, con partner Regione Liguria, sostiene la crescita dell’area alpina come polo energetico riducendo l’inquinamento atmosferico e promuovendo il passaggio a un sistema a basse emissioni di carbonio; il progetto “A-Drop”, con partner Fondazione Cima, intende migliorare la capacità delle regioni alpine nel far fronte alla siccità e nel promuovere una gestione sostenibile dell’acqua; il progetto “RESPOnD”, con partner il Parco Nazionale delle Cinque Terre, ha l’obiettivo di sviluppare e testare soluzioni efficaci per costruire un settore vitivinicolo resiliente al clima; infine il progetto “Aster”, con partner la Camera di Commercio di Genova e Filse, intende migliorare la cooperazione per la gestione dei rifiuti tessili e plastici nelle Alpi, con un focus sui prodotti outdoor per la montagna promuovendo un modello di scambio multifunzionale tra imprese agricole e rurali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here