Caterina Sambin sarà la presidente dell’Unione industriali di Savona

Il Consiglio generale l'ha designata quale candidata unica alla presidenza fino a gennaio 2029: l’elezione è prevista il 2 luglio

Caterina Sambin sarà la presidente dell’Unione degli industriali della Provincia di Savona. Il Consiglio generale dell’associazione l’ha designata all’unanimità quale candidata unica alla presidenza fino al gennaio 2029.

Per la prima volta nella sua storia, a guidare l’associazione sarà una donna.

La commissione di designazione – composta da Enrico Bertossi, Fabio Atzori e Mauro Fresia, tutti ex presidenti dell’associazione – ha raccolto le indicazioni, unanimi, della base associativa in merito alle caratteristiche del candidato: forte autonomia dal contesto politico, sociale ed associativo, capacità di dialogo con istituzioni e decisori politici, personalità dinamica e motivata, imprenditore con incarichi operativi diretti in azienda.

Il Consiglio generale dell’Unione ha, altresì, apprezzato l’intenzione di comporre una squadra di presidenza costituita da esponenti di rilievo di aziende rappresentative del diversificato tessuto industriale savonese, operanti in settori territorialmente fondamentali e disponibili ad impegnarsi attivamente per collaborare efficacemente alle strategie, anche attraverso l’assunzione di responsabilità per progetti.

L’elezione è prevista per il prossimo 2 luglio, nel corso del consueto appuntamento con l’assemblea annuale dell’Unione Industriali. In tale sede, oltre all’elezione della neopresidente, verranno presentati agli associati, sia la squadra che la accompagnerà nel percorso, sia il programma di mandato, per il quale Caterina Sambin riceverà il testimone dal vice presidente vicario Silvano Saba, reggente l’associazione a seguito delle dimissioni di Angelo Berlangieri.

Caterina Sambin, di Cairo Montenotte (Savona), dopo il Liceo Calasanzio ha conseguito la laurea in economia aziendale all’Università Bocconi di Milano. È attiva imprenditorialmente in Ergon Meccanica srl, con sede legale a Cairo Montenotte e sede operativa a Dego, azienda operativa nei servizi di installazione e manutenzione dei macchinari per la produzione di vetro cavo. L’azienda occupa oltre 80 addetti diretti. Sambin è, altresì, attiva, in aziende operanti in altri settori imprenditoriali, dalle soluzioni informatiche medicali, ai servizi di holding, ai servizi di gestione immobiliare.

La presidente designata ha svolto attività di rappresentanza associativa nell’Unione, sia nell’ambito delle Sezioni di Settore (impiantistica meccanica), sia quale coordinatrice della Sezione Territoriale della Val Bormida, della quale ha seguito la nascita e le prime iniziative, sia ricoprendo il ruolo di vice presidente nel corso del mandato di Berlangieri, nell’ambito del quale ha condiviso scelte e strategie, in particolare dedicandosi ai temi dei rapporti tra a scuola e formazione e mondo del lavoro.

A ciò, Caterina Sambin affianca un’attività di promozione e supporto sociale, essendo componente il Consiglio di amministrazione dell’”Asilo monsignor Bertolotti” di Cairo Montenotte e componente il neo eletto consiglio di amministrazione della Fondazione De Mari, si è inoltre fatta promotrice del progetto “Caterina Sambin Vetro & Ceramica”, laboratorio didattico di design e tecniche artigianali per la lavorazione del vetro e della ceramica per gli studenti delle scuole secondarie superiori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here