Bando audiovisivi, altri 533mila euro per sostenere 11 produzioni pronte a girare in Liguria

La dotazione complessiva supera i 2 milioni di euro

Altre 11 produzioni nazionali o internazionali sono pronte a girare in Liguria serie tv o lungometraggi grazie alle agevolazioni regionali del bando audiovisivo 2023. La giunta regionale, infatti, su proposta dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana, ha approvato il rifinanziamento di 533mila euro al bando dedicato all’attrazione delle imprese italiane, europee o extraeuropee destinate alla distribuzione nazionale e internazionale. La misura, che disponeva inizialmente di una dotazione economica di 1,5 milioni di euro, supera così i 2 milioni di disponibilità, a valere sulle risorse del Pr Fesr 2021-2027.

«Un nuovo impegno regionale che testimonia, ancora una volta, la nostra vicinanza a un settore in crescita che, oltre a essere straordinario mezzo di valorizzazione culturale e naturale del territorio, rappresenta un acceleratore economico importante per il tessuto imprenditoriale ligure – sottolinea l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana -. Grazie a questo rifinanziamento, in particolare, consentiremo a tutte le 11 produzioni che hanno presentato domanda di agevolazione, e sono state ritenute ammissibili da Filse, di ricevere il contributo regionale».

Si ricorda che erano ammessi ad agevolazione lungometraggi (almeno 52 minuti di durata) e serie tv (durata superiore ai 90 minuti) di imprese italiane, europee o extraeuropee destinate alla distribuzione nazionale e internazionale, con almeno il 30% dei giorni di riprese sul territorio regionale o almeno il 20% della spesa preventivata in Liguria.

«Ancora una volta la Liguria si dimostra attrattiva per le produzioni audiovisive che, sempre di più, rappresentano un volano per il nostro territori attraverso la presenza di progetti importanti per la valorizzazione della industria creativa – commenta la presidente di Genova Liguria Film Commission Cristina Bolla -. Un plauso alla Regione Liguria per aver compreso l’importanza in termini di sviluppo economico del nostro comparto».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here