Logistica, rinnovato e allargato il protocollo d’intesa tra porto di Spezia e Piacenza

Montaresi: "Un patto di sviluppo in grado di fornire ulteriore valore aggiunto al comparto della logistica e risposte concrete ad esigenze che arrivano dai territori"

Si allarga a nuovi soggetti istituzionali e di rappresentanza delle categorie economiche il Protocollo d’intesa sulla logistica, siglato nel 2015, tra Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e Comune di Piacenza.

È stato presentato ieri a Piacenza Expo – sede piacentina di Bilog, mostra-convegno biennale dedicata al mondo della logistica, della movimentazione e del trasporto delle merci – il nuovo Protocollo d’intesa per una pianificazione degli interventi volti allo sviluppo dei servizi funzionali ai poli logistici dei due territori, per la promozione di un’attenta politica di tutela ambientale verso una transizione energetica e digitale dei distretti logistici e per una forte riconoscibilità europea delle infrastrutture viarie e portuali dei territori.

Il protocollo, che oltre ai due originali sottoscrittori, AdSP del Mar Ligure Orientale rappresentato ieri dal segretario generale Federica Montaresi e Comune di Piacenza, rappresentato dal sindaco Katia Tarasconi, è stato fatto proprio anche da Confindustria Piacenza, rappresentata dal presidente Francesco Rolleri e dal direttore Luca Groppi; Confindustria La Spezia, presente con il direttore Paolo Facont; Camera di Commercio dell’Emilia, rappresentata dal vicepresidente Filippo Cella, e Camera di Commercio Riviera di Liguria Imperia-Savona-La Spezia, rappresentata dal segretario generale Marco Casarino.

«Si tratta di collaborazioni che rafforzano ulteriormente questa intesa – ha sottolineato Montaresi – attraverso un patto di sviluppo in grado di fornire ulteriore valore aggiunto al comparto della logistica e risposte concrete ad esigenze che arrivano dai territori. Questo protocollo, con l’allargamento a Confindustria Piacenza, Confindustria La Spezia e Camere di Commercio dei due territori è ancora più strategico, alla luce dei cambiamenti in atto nel settore della logistica e del trasporto marittimo, conseguenti agli scenari geopolitici e geoeconomici, ed è in linea con le iniziative che stiamo portando avanti come sistema portuale per traguardare un’integrazione sempre più efficiente tra porti e retroporti. Un grazie a chi ha creduto in questo progetto».

«Un nuovo accordo allargato – ha detto Tarasconi – per mettere a sistema questo importante comparto del tessuto economico-produttivo dei due territori. Con Bilog, grazie a Piacenza Expo, e con questi nuovi attori avremo la possibilità di aumentare le competenze e le professionalità di chi opera in questo settore».

«Le nuove realtà che entrano a far parte di questo accordo – ha aggiunto Casarino – porteranno in dote nuove competenze e relazioni, per meglio gestire il settore della logistica che è sempre più importante nell’economia di mercato e dei territori».

Unità d’intenti per i territori sottolineata anche dal Direttore di Confindustria La Spezia, Paolo Faconti. «La competizione di mercato – ha detto Faconti – non è più tra aziende ma fra territori ampi, e questa visione di mercato unica, realizzata attraverso questo nuovo Protocollo d’intesa, crea sinergie di cui beneficeranno i due territori coinvolti».

«Un arricchimento del vecchio protocollo – ha evidenziato Rolleri – focalizzato al risultato oltre i confini amministrativi per una logistica sempre più specialistica che contribuisce al miglioramento delle nostre aziende. Sono orgoglioso di concludere il mio mandato con quest’ultimo risultato».

Sinergie tra diversi attori ma anche allargamento dei territori; questi i concetti principali espressi con entusiasmo da Filippo Cella. «Rappresentiamo un territorio vasto che va da Piacenza a Reggio Emilia – ha detto Cella – e l’idea è proprio quella di compenetrare, attraverso questo nuovo accordo, questo territorio con una logistica virtuosa e positiva in grado di intercettare tematiche che vanno dall’export all’internazionalizzazione».

Chiusura con l’intervento del presidente di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli, che ha espresso “soddisfazione di vedere a questo tavolo quattro soci di Piacenza Expo – Comune di Piacenza, Confindustria Piacenza, Camera di Commercio dell’Emilia, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale. Il nostro compito è quello di contribuire all’operatività delle vostre strutture”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here