Inchiesta corruzione, l’interrogatorio di Toti non prima del 27 maggio

Il legale Stefano Savi: "Toti avrebbe preferito prima, ma aspettiamo"

Inchiesta corruzione, l’interrogatorio di Toti non prima del 27 maggio

L’interrogatorio di Giovanni Toti sarà fissato dai pm nella settimana tra il 27 maggio e il 2 giugno.

Lo riporta l’Agenzia Dire riprendendo il suo legale, Stefano Savi, che stamattina ha nuovamente incontrato il pm Luca Monteverde. “Toti avrebbe preferito prima, ma aspettiamo – ha spiegato l’avvocato Savi – io me lo immaginavo perché in un’indagine di questo tipo i tempi sono sempre abbastanza lunghi”.

Il governatore, nel frattempo, resterà agli arresti domiciliari nella sua casa di Ameglia, in provincia della Spezia. Savi, infatti, aveva già fatto sapere che l’istanza di revisione della misura cautelare sarebbe stata presentata alla gip Paola Faggioni solo in seguito all’interrogatorio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here