Borghi storici, 65 proposte imprenditoriali liguri ammesse alla valutazione del Mic

Circa 200 milioni di euro per progetti locali di rigenerazione culturale e sociale dei borghi storici: 8 i piccoli comuni della Liguria coinvolti

Borghi storici, 65 proposte imprenditoriali liguri ammesse alla valutazione del Mic

Il ministero della Cultura ha approvato la graduatoria di merito relativa all’avviso pubblico per il sostegno di iniziative imprenditoriali per la rigenerazione dei piccoli borghi storici.

In Liguria sono state presentate 65 proposte di micro, piccole e medie imprese finalizzate a promuovere la rigenerazione dei propri comuni attraverso l’offerta di servizi innovativi – sia per la popolazione locale sia per i turisti – e la sostenibilità ambientale, con progetti mirati alla riduzione delle emissioni inquinanti e dei consumi, allo smaltimento dei rifiuti e alla messa a punto di soluzioni di economia circolare.

Di questi, 15 progetti sono in provincia di Genova (tutti nel comune di Campo Ligure), 16 in provincia della Spezia (nei comuni di Carro, Pignone e Vernazza), 25 in provincia di Imperia (Cervo, Triora e Villa Faraldi), 9 nel savonese (a Laigueglia).

L’elenco del Mic contiene tutte le proposte che sono ammesse a valutazione: con un successivo provvedimento si procederà all’assegnazione delle risorse, circa 200 milioni di euro, ai singoli progetti, nei limiti dei fondi disponibili.

L’avviso Imprese Borghi ha l’obiettivo di sostenere iniziative imprenditoriali realizzate nei comuni assegnatari di risorse per l’attuazione di progetti locali di rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici. L’avviso, che rientra nell’ambito dell’investimento Pnrr M1C3 – 2.1 “Attrattività dei borghi”, è finalizzato a favorire il recupero del tessuto economico-produttivo dei 294 borghi assegnatari delle risorse. Esso assegna, come detto, circa 200 milioni di euro dei fondi previsti dal Mic per il Piano nazionale borghi, finanziato con il Pnrr, a sostegno delle idee imprenditoriali volte alla rigenerazione dei piccoli comuni e alla sostenibilità ambientale.

«I borghi storici costituiscono la spina dorsale del patrimonio culturale italiano, espressione di una bellezza ammirata in tutto il mondo che è fondamentale tutelare e valorizzare. Impedire lo spopolamento e dare una nuova anima a questi luoghi è una delle sfide più ambiziose che vogliamo vincere, per questo ci stiamo impegnando a spendere con serietà, efficienza e lungimiranza le risorse economiche che il Pnrr ha destinato a questo scopo», ha dichiarato il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here