Turismo, collaborazione Liguria-Toscana: nasce l’Area vasta ligure apuana

Per promuovere un turismo integrato tra i Comuni di Val di Magra, Val di Vara e del Distretto turistico delle Valli di Apua

Turismo, collaborazione Liguria-Toscana: nasce l’Area vasta ligure apuana

«Siamo di fronte ad un ottimo progetto che mira ad integrare territori molto vicini tra loro, costruendo una sinergia che unisce i punti di forza di ognuno e offrendo tantissime opportunità ed esperienze diverse ai turisti che li visitano. In pochi chilometri possiamo contare sulla Val di Magra e la Val di Vara, sulla Lunigiana con i suoi castelli, su tutta la bellezza del Golfo della Spezia: sono luoghi che dai turisti internazionali, abituati a grandi distanze, vengono visti come raggiungibili in poco tempo. I visitatori possono così osservare degli scorci meravigliosi del nostro Paese, con cambi repentini di paesaggio che spaziano dal mare alla montagna: un’esperienza unica davvero preziosa per la crescita turistica». Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, oggi alla Spezia per la presentazione del protocollo d’intesa e del logo identificativo dell’Area vasta ligure apuana.

L’iniziativa, con capofila il Comune della Spezia, punta a promuovere un turismo coordinato e integrato tra i Comuni compresi nel “Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara” e dei Comuni del “Distretto Turistico delle Valli di Apua”. Presenti anche il ministro al Turismo Daniela Santanchè, l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori, il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’assessore al Turismo del Comune della Spezia Maria Grazia Frijia.

«Credo che l’iniziativa presentata oggi sia un esempio concreto di quella integrazione tra realtà vicine che si aiutano le une con le altre che permette non solo di razionalizzare la distribuzione dei visitatori su un’area più vasta, evitando quei sovraffollamenti che a volte rendono poco piacevoli le vacanze, ma anche per di mettere insieme settori e offerte turistiche che hanno ancora molto spazio di crescita», conclude il presidente Toti.

«La Spezia svolge una fondamentale funzione di regia nell’ambito del progetto Area vasta ligure apuana, insieme all’Alta Toscana e alla Lunigiana, che ha come scopo lavorare insieme in una partnership virtuosa capace di generare esperienze immersive e personalizzate da vivere in tutte le stagioni dell’anno – aggiunge l’assessore al Turismo di Regione Liguria Augusto Sartori – A ciò si collega la prima edizione di Bitesp che avrà luogo tra qualche giorno proprio alla Spezia e che rappresenta un riconoscimento del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale, affiancata dalle azioni della Regione, che ha portato ad un sostanziale cambiamento della percezione della città sempre più posizionata come destinazione turistica con un ruolo centrale e non più di supporto. L’evento è l’occasione per raccogliere le sfide connesse alle dinamiche mutevoli della domanda turistica. La Regione agisce per valorizzare l’offerta turistica della Liguria e agevolare la creazione di esperienze memorabili capaci di rispondere alle esigenze dei viaggiatori».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here