Sea You 2024, pescaturismo e ittiturismo come nuovi percorsi di turismo esperienziale

Durante il convegno Blue Marina Awards (19 aprile) si approfondirà il ruolo dei porti turistici nello sviluppo turistico locale

Sea You 2024, pescaturismo e ittiturismo come nuovi percorsi di turismo esperienziale

Pescare meno, pescare meglio: in un settore dalle risorse potenzialmente infinite sta a noi imparare a gestirle e rispettarle per valorizzare nel migliore dei modi l’immenso patrimonio delle nostre coste. Nel farlo, serve divulgare il più possibile la cultura del mare, affinché il lavoro del pescatore rientri tra gli elementi cardine della gestione della risorsa ambientale più imponente: il mare.

Daniela Borriello, responsabile nazionale di Coldiretti ImpresaPesca, prenderà parte all’evento organizzato all’interno della due giorni Sea You alla Marina di Genova (18-19 aprile 2024), giunta quest’anno alla quarta edizione. Venerdì 19 aprile sarà ospitato il convegno firmato Blue Marina Awards, dove i selezionati relatori del settore parleranno del ruolo dei porti e degli approdi turistici come porte di accesso al turismo esperienziale e alla valorizzazione dei territori costieri.

«I porti turistici non sono soltanto luoghi di attracco, ma veri poli di aggregazione, scambio e incontro, integrati con le risorse ambientali, culturali, sociali e storiche del territorio circostante, diventando così elementi fondamentali nello sviluppo turistico locale − commentano Gianluca Boeri e Bruno Rivarossa, presidente di Coldiretti Liguria e Delegato Confederale −. Per raggiungere questi obiettivi, è imperativo potenziare la sostenibilità ambientale ed economica di tutte le attività connesse alle comunità costiere, prime fra tutte la pesca».

Tra i temi trattati si esploreranno le pratiche sostenibili che possono modellare il futuro del settore turistico marino. A tal proposito, interverrà Daniela Borriello per parlare di pescaturismo e ittiturismo, due nuovi percorsi per il turismo esperienziale.  Durante il suo talk, saranno approfonditi argomenti cruciali quali le attività finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione dell’ambiente costiero, che possono servire ad avvicinare il grande pubblico al mondo della pesca professionale, diversificare le entrate economiche e permettere alle persone di compiere, in quanto consumatori, scelte più consapevoli e informate.

Grazie ai Blue Marina Awards e al lavoro effettuato da Walter Vassallo, fondatore e coordinatore dei Blue Marina Awards, le aziende e le organizzazioni marittime che si distinguono per l’eccellenza e l’innovazione nel promuovere la sostenibilità e la qualità dei servizi offerti vengono celebrate e premiate, incoraggiando l’intero settore a seguire le migliori pratiche e a perseguire nuovi standard di eccellenza.

«Un evento di questo calibro permetterà di creare una piattaforma di discussione e confronto sulle pratiche sostenibili e sulle strategie volte a migliorare l’accoglienza turistica − commenta Daniela Borriello −. Il turismo esperienziale ha bisogno di porte d’accesso: siamo qui per fare in modo che le attività di diversificazione di un settore come quello della Pesca possano fare da catalizzatori per un nuovo modo di andare alla scoperta dei territori e delle culture che li contraddistinguono».

Il programma è ricco di interventi e vedrà la presenza delle istituzioni e di attori chiavi dell’imprenditorialità, tra cui la Regione Liguria, il Comune, la Capitaneria, Confindustria, Coldiretti, Assonat-Confcommercio, Assonautica Italiana, Rina, Ontm, Met Energia, Plus Marine, Poralu, e-Now, FMS. L’appuntamento è venerdì 19 aprile dalle ore 9.30 presso la Marina Genova in Via Pionieri e Aviatori d’Italia 203.

Questo il link per registrarsi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here