Sampierdarena, entro aprile al via la riqualificazione dei voltini

Finanziata con 5,5 mln da Pnrr: nei 23 voltini sotto l'arcata ferroviaria di via Buranello troveranno spazio associazioni e attività commerciali

Sampierdarena, entro aprile al via la riqualificazione dei voltini

Partiranno entro il mese di aprile i lavori per la riqualificazione dei voltini ferroviari e delle nicchie sotto l’arcata ferroviaria in via Buranello, a Sampierdarena. È quanto è emerso durante la commissione consiliare V – Sviluppo economico, alla presenza dell’assessore al Commercio e Artigianato Paola Bordilli.

«La riqualificazione dei voltini è un’opera importantissima non solo per Sampierdarena, ma per l’intera città, attesa da tanti anni – ha detto l’assessore Bordilli nel suo intervento in commissione – Andiamo a colmare un vuoto urbano composto da tanti singoli spazi vuoti. Dal confronto col territorio, col Municipio e con le associazioni di categoria e i loro Civ è arrivato l’input a far sì che i voltini potessero essere destinati a più funzioni, dal sociale al commerciale, e per questo obiettivo abbiamo lavorato». L’assessore Bordilli ha chiarito alcuni dettagli tecnici. «Come Comune abbiamo in comodato d’uso gratuito 23 voltini e 34 nicchie. Su queste ultime, di circa 4 metri quadrati di dimensione, abbiamo ipotizzato, ad esempio, di destinarne 2 per il teatro Modena per dare visibilità alla sua programmazione, 7 al servizio di Amiu come ecopunti che andrebbero a levare ben 30 bidoni attualmente presenti, liberando importanti posti da destinare a parcheggi. Altre nicchie, per esempio, potranno essere destinate a bikesharing, altre come vetrine a servizio dei voltini commerciali limitrofi. Sui 23 voltini siamo andati, grazie alla disponibilità e professionalità dei tecnici comunali e dei progettisti, ad individuare una ottimale soluzione: la progettazione e realizzazione di moduli funzionali all’inserimento non solo di attività associative, ma anche commerciali».

Nell’ultima riunione di giunta, su proposta del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi, è stato approvato il progetto definitivo per la riqualificazione dei voltini, finanziato da 5 milioni e mezzo di euro del Pnrr, che si inserisce nel quadro più complessivo del Piano urbano integrato di rigenerazione del quartiere di Sampierdarena.

L’assessore Bordilli, in commissione, ha anche annunciato altri incontri programmati in merito. «Ringrazio il collega Piciocchi per il grande lavoro svolto con i suoi uffici – ha dichiarato l’assessore Bordilli – I lavori partiranno nel mese di aprile e saranno suddivisi in lotti di cui il primo sarà da piazza Vittorio Veneto sino all’incrocio con via della Cella. Ho dato disponibilità anche per illustrare questi aspetti a maggio in commissione consiliare del Municipio – ha aggiunto l’assessore Bordilli – . Ora ci aspetta un lavoro in parallelo su più fronti per garantire il prima possibile la riqualificazione di questa importante via. I voltini interessati dalla funzione commerciale saranno quelli più verso piazza Vittorio Veneto per poi andare a destinare gli altri, più vicini al Centro Civico Buranello, alle funzioni associative. Gli incontri svolti e che svolgeremo come Comune con Municipio, Associazioni e Civ sono serviti per condividere tutte queste progettualità, per dare risposte al territorio su come riqualificare questa zona che da anni necessitava di un intervento che potesse finalmente andare a colmare vuoti e sanare il degrado».

L’assessore Bordilli ha anche ricordato che l’area di Sampierdarena è già attiva l’Intesa commerciale sulle nuove attività, rispondendo a precisi requisiti sulla qualità, sulle delimitazioni di pregio indicate dalla Soprintendenza.  Inoltre, l’assessore Bordilli ha ipotizzato che nel mese di settembre, in vista del termine dei lavori a fine anno, potrà essere aperto il bando per i voltini.

Ogni modulo che sarà inserito nei voltini sarà un prefabbricato, montato in opera, coibentato e isolato. I voltini saranno dotati di finiture, cablaggio per la rete, impianti di aereazione, riscaldamento, illuminazione, bagni piastrellati e intonacati. È stato anche previsto uno spazio per consentire le ispezioni da parte dei tecnici di Rfi che annualmente si svolgono. La cantierizzazione a lotti è stata pensata per evitare disagi alla viabilità e partirà da piazza Vittorio Veneto. I lavori dureranno 12 mesi complessivamente.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here