La SS 45 riapre domani, sabato 6 aprile, a senso unico alternato

Lunedì invece la riapertura totale, ma a fasce orarie ancora da definire

La SS 45 riapre domani, sabato 6 aprile, a senso unico alternato

La strada statale 45, chiusa a causa di una frana a Bargagli da venerdì scorso, riaprirà a senso unico alternato domani, sabato 6 aprile, alle 18.

Sarà necessario invece attendere qualche ora in più per la riapertura della strada comunale soprastante alla statale 45, sulla quale i lavori di rimozione del materiale sono ancora in corso: si prevede di poterla aprire lunedì, a fasce orarie in corso di definizione, con chiusura nelle ore notturne e il presidio dei movieri, togliendo così dall’isolamento le circa 400 persone residenti nelle frazioni di Viganego, Cisiano e Terrusso.

«Dal momento della chiusura delle strade, gli interventi di rimozione e di disgaggio del materiale non si sono mai fermati grazie al lavoro portato avanti da Anas, Protezione civile e vigili del fuoco, nonostante le piogge dei giorni successivi – spiega l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – Un intervento importante su un fronte ampio e complesso, che ha visto e continua a vedere molte forze in campo. La riapertura della statale 45 è un primo, importante risultato, e le ore in più per la comunale sono dovute alla necessità d garantire in pieno le condizioni di sicurezza. La statale 45 resterà a senso unico alternato fino alla conclusione degli interventi di messa in sicurezza del fronte».

La strada comunale, su cui stanno proseguendo i lavori per assicurare ai residenti delle frazioni il ripristino delle normali condizioni di vita sarà presidiata ed eventualmente chiusa in caso di piogge o di allerta meteo.

«Cerchiamo di dare la possibilità ai nostri circa 400 cittadini che sono rimasti isolati di poter transitare, nelle fasce orarie che istituiremo nelle prossime ore – spiega il sindaco di Bargagli Sergio Casalini – Il nostro obiettivo è restituire alla cittadinanza le normali condizioni di vita nel più breve tempo, ovviamente garantendo prima di tutto la sicurezza».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here