Gruppo Grendi ritorna armatore con la nave Grendi Futura

Operazione da circa 34 mln: perfezionato l'acquisto della nave di proprietà di Navco, partecipata al 51% da Grendi Trasporti Marittimi e al 49% da Finaval

Gruppo Grendi ritorna armatore con la nave Grendi Futura

Si chiamerà Grendi Futura la terza nave della flotta del Gruppo Grendi. Lo hanno deciso a larga maggioranza con una votazione online dipendenti, clienti e fornitori del gruppo di logistica integrata che è ritornato armatore diretto perfezionando l’acquisto della nave Wedellsborg, già in noleggio alla compagnia, attraverso la partecipata NavCo srl, neo-costituita società single vessel con sede a Genova e controllata al 51% da Grendi Trasporti Marittimi spa e al 49% da Finaval srl.

Dal 22 aprile la nave si trova nel bacino di Genova per tutte le attività di manutenzione necessarie e per il cambio livrea. Il porto di registro della nave passa da Bari a Cagliari.

Di seguito alcune informazioni tecniche sull’operazione.

Il valore complessivo dell’operazione, di circa 34 milioni di euro, è stato finanziato per il 70% dell’importo da Crédit Agricole Italia in qualità di banca agente e da Banca Popolare di Sondrio.

La nave, che batte bandiera italiana e viene locata a scafo nudo alla società Team srl, interamente posseduta dal gruppo Grendi, è adibita al trasporto di container e mezzi rotabili tra i Terminal di Marina di Carrara, Olbia, Cagliari e il Nord Africa. Costruita nel 2014 dal Cantiere navale Visentini è lunga 180 m e larga 26, con una stazza di 21.800 ton e capacità di carico di 11.585 ton. Alla K-Ships di Francesco Russo è stata affidata la gestione tecnica della nave.

«Con questa operazione il Gruppo Grendi ritorna armatore diretto confermando l’impegno a lungo termine dell’azienda nel migliorare costantemente la propria offerta di collegamenti e servizi. Grendi Futura sarà impiegata sia sulle rotte nazionali sulla Sardegna che internazionali verso il Nord Africa», ha commentato Antonio Musso, amministratore delegato di Grendi Trasporti Marittimi.

L’operazione è stata coordinata per il gruppo Grendi dalla cfo Sabrina Passione che ha curato le relazioni tra le parti, gli istituti finanziatori e i consulenti. Broker dell’operazione Carlo Kahja di Banchero e Costa, che ha anche avuto il ruolo di Financial advisor di NavCo srl con Francesco Fuselli ed Enrico Zezzo. Lo studio Bonelli Erede con Enrico Vergani è stato il legal advisor per le banche finanziatrici. L’avv. Riccardo Salvini con lo Studio Legale SCP ha assistito Grendi Trasporti Marittimispa e la controllata Team srl e quindi con l’avv. Ruscelloni e il notaio Riccardo Dogliotti di Genova, NavCo nel processo di acquisto.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here