Giornata contro la meningite: in Liguria vaccino anti-meningococco B esteso agli adolescenti

È una malattia di origine infettiva causata da virus, batteri, miceti o protozoi: la forma batterica può dare origine a forme molto gravi e causare la morte

Giornata contro la meningite: in Liguria vaccino anti-meningococco B esteso agli adolescenti

Si celebra oggi mercoledì 24 aprile la giornata mondiale contro la meningite istituita per incrementare la consapevolezza su questa malattia. La meningite è una malattia che colpisce le meningi, ossia le membrane che ricoprono e proteggono cervello e midollo spinale. È una malattia di origine infettiva causata da virus, batteri, miceti o protozoi. La forma batterica può dare origine a forme molto gravi e a determinare conseguenze fatali, in particolar modo quando alla meningite si associa la sepsi meningococcica.

«È molto importante – spiega l’assessore alla sanità di Regione Liguria Angelo Gratarola – far conoscere tutte le informazioni sulla meningite alla popolazione e, in modo particolare, sulle vaccinazioni garantite dal sistema sanitario pubblico. Rispetto a quanto già previsto dal piano nazionale, aggiornato ad agosto dello scorso anno, la Liguria da settembre del 2023 ha anche aumentato l’offerta con il vaccino anti-meningococco B per gli adolescenti. Questa giornata è una nuova occasione per spiegare le caratteristiche della meningite nelle sue diverse forme, quali siano i rischi e, soprattutto, per promuovere l’adesione alla vaccinazione per ridurre il numero delle forme gravi e i casi mortali».

Attualmente la vaccinazione contro il meningococco, lo pneumococco e l’Haemophilus influenzae di tipo B protegge dalle forme più comuni di meningite, soprattutto se somministrata nei primi anni di vita. Il Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2023-2025, approvato il 2 agosto 2023, prevede un ampio calendario di offerta gratuita e attiva per le varie fasce di età: già nel primo anno di vita sono offerti i vaccini per meningococco B, emofilo di tipo b e per pneumococco, nel secondo anno di vita e nell’adolescente il vaccino antimeningococcico quadrivalente ACYW135 e, a 65 anni, la vaccinazione contro lo pneumococco, molto importante perché in grado di evitare forme gravi di meningite nelle persone anziane.

«Il 25 settembre dello scorso anno – aggiunge Filippo Ansaldi direttore generale di Alisa – è stato approvato il nuovo calendario vaccinale della Liguria, che oltre a recepire il calendario nazionale, implementa ulteriormente  l’offerta regionale, con particolare riferimento all’impiego, nell’adolescente, del vaccino anti-meningococco B ad integrazione del vaccino tetravalente ACYW135 allo scopo di offrire una protezione più ampia per quei ceppi di meningococco che, nel nostro Paese, mostrano una tendenza all’espansione. È noto, infatti, come gli adolescenti ed i giovani adulti, in relazione alle loro abitudini sociali, svolgano un ruolo centrale nell’acquisizione e trasmissione del meningococco. Fortunatamente, negli ultimi anni si è assistito ad una progressiva riduzione dell’incidenza delle meningiti in età pediatrica, grazie alle vaccinazioni. Dobbiamo fare in modo che sempre più bambini e sempre più adolescenti si vaccinino per la meningite per evitare le forme più aggressive».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here