Edilizia, Filca Cisl: “In Liguria tre infortuni al giorno, in tour per informare sulla sicurezza”

Il camion vela "Rimani agganciato alla vita" visiterà fino a venerdì un centinaio di cantieri nel genovesato: per fare prevenzione tra i lavoratori anche una web app in 11 lingue

Edilizia, Filca Cisl: “In Liguria tre infortuni al giorno, in tour per informare sulla sicurezza”

Nel settore dell’edilizia in Liguria si verificano 3 infortuni sul lavoro ogni giorno. Quello delle costruzioni è il settore in cui si sono registrate più denunce d’infortunio nei primi due mesi dell’anno: complessivamente sono state 174, in aumento rispetto al primo bimestre del 2023 quando erano state 137, e davanti a sanità e assistenza sociale (172 denunce di infortunio tra gennaio e febbraio 2024).

Per fare informazione e sensibilizzare le imprese e i lavoratori in vista del 28 aprile, giornata mondiale della Sicurezza e della salute sul lavoro, parte oggi da Genova il tour “Rimani agganciato alla vita” della Filca Cisl Liguria che visiterà fino a venerdì i cantieri edili dal Tigullio fino ad Arenzano. Per tutta la settimana, dal mattino al tardo pomeriggio senza fermarsi, il camion con una vela di sei metri per tre con lo slogan dell’iniziativa viaggerà tra i cantieri della provincia di Genova.

«Distribuiremo materiale informativo e un tesserino dove si potrà trovare un QR code in cui sarà possibile scaricare gratuitamente la web app in 11 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, albanese, romeno, arabo, cinese, ucraino e hindi). All’interno della sezione sicurezza in modo semplice saranno spiegate le norme di comportamento riguardo la sicurezza nelle lavorazioni sui ponteggi, negli scavi, nelle ristrutturazioni di interni e in cemento armato -, spiega Andrea Tafaria, segretario generale Filca Cisl Liguria -. Oltre alle sanzioni e alla repressione bisogna fare prevenzione che arriva dall’informazione, che deve essere accuratamente fatta solo ed esclusivamente dalle Scuole edili, gli unici enti preposti che fanno formazione per gli operai edili e delle costruzioni».

Dopo il Waterfront, il camion nel pomeriggio proseguirà nei cantieri della Valbisagno, visitando anche quello dello Scolmatore del Bisagno. Domani il tour proseguirà nei cantieri del Tigullio partendo da Bogliasco e proseguendo per Sori, Recco, Rapallo, Santa Margherita, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante. Mercoledì 17 aprile appuntamento nei cantieri che si trovano nei comuni dell’entroterra genovese, giovedì 18 il camion invece si trasferirà in Valpolcevera mentre venerdì visite nei cantieri del ponente di Genova fino ad Arenzano.

«In questa settimana puntiamo a visitare almeno un centinaio di cantieri – dice Tafaria -. Abbiamo già lanciato un numero verde 800222420 per ricevere denunce su eventuali irregolarità, e ne stanno arrivando una decina ogni settimana. Poi gli operatori della Filca vanno direttamente nei cantieri per verificare eventuali criticità e nel caso segnalare alle autorità competenti situazioni di emergenza. In autunno, dopo la fase di sperimentazione, diventerà operativo il badge elettronico nei cantieri genovesi rilasciato dalla Cassa Edile per ogni singolo lavoratore, uno strumento nuovo per contrastare il fenomeno del dumping contrattuale ma anche garantire la massima tutela ad ogni edile dal punto di vista della sicurezza. Dobbiamo lavorare insieme con l’Ance, le altre associazioni imprenditoriali, gli organi preposti e le istituzioni sfruttando al massimo la digitalizzazione facendo in modo di incrociare i dati dei cantieri creando il cartello digitale di cantiere trasparente per tutti gli appalti così si potrà avere in tempo reale ogni singola informazione», conclude Tafaria.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here