Bando regionale per lo sviluppo delle competenze specialistiche prorogato al 15 maggio

42 aziende già coinvolte nel percorso

Bando regionale per lo sviluppo delle competenze specialistiche prorogato al 15 maggio

Prorogato al 15 maggio il termine ultimo per presentar domanda al bando regionale per lo sviluppo di competenze specialistiche per la transizione industriale, la specializzazione intelligente e l’imprenditorialità. È quanto approvato dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, in merito alla misura da un milione di euro, a valere sulle risorse del Pr Fesr 2021-2027, attivata lo scorso 14 febbraio.

Possono far richiesta di agevolazione, concessa sotto forma di contributo a fondo perduto fino al 90% degli investimenti effettuati, le micro, piccole e medie imprese liguri, in forma singola o associata (comprese le reti di imprese), operanti nelle 3 macro-aree della Smart Specialisation Strategy (Tecnologie del mare, Sicurezza e Qualità della vita nel territorio e Salute e Scienze della vita).

«Si tratta della seconda edizione di un bando che, complessivamente alle domande della prima misura, ha già visto la partecipazione di 42 imprese. Con questa proroga concediamo più tempo a quelle attività che volessero accrescere le competenze interne aziendali attraverso l’introduzione di nuove professionalità, alla formazione di personale ad alto profilo tecnologico e all’aggiornamento delle risorse umane – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana – Regione Liguria accompagna le imprese in questo percorso arrivando a coprire fino al 90% dei costi, con importi a fondo perduto che possono raggiungere i 40 mila euro».

Sono ammessi ad agevolazione progetti di acquisizione di servizi ad elevato contenuto di conoscenza a sostegno dell’imprenditorialità, dello sviluppo d’impresa e della transizione digitale e green (circular economy) dei processi produttivi. Tra questi rientrano: i percorsi formativi per accrescere le competenze imprenditoriali nell’impresa; i servizi specialistici per lo sviluppo di impresa; i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese (es.: big data analytics, blockchain, cybersecurity, intelligenza artificiale, booking online in ambito turistico, gestione e-commerce); l’inserimento per un massimo di 5 mesi di un ‘temporary manager’ in azienda; la redazione di diagnosi energetiche o del bilancio di sostenibilità.

I progetti, per essere ammessi ad agevolazione, devono essere realizzati e rendicontati entro il 31 ottobre 2024. Le imprese interessate possono presentare domanda, entro il 15 maggio 2024, sul portale “Bandi on line” di Filse.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here