Agricoltura, al via i bandi per l’inerbimento delle colture e per il recupero di vigneti od oliveti

L'approvazione di rimodulazione è in corso di verifica da parte della Commissione europea; quindi, i bandi sono aperti sotto condizione

Agricoltura, al via i bandi per l’inerbimento delle colture e per il recupero di vigneti od oliveti

Ampliate le azioni a carattere ambientale, con delibera della giunta della Regione Liguria su proposta del vice presidente e assessore all’Agricoltura, del Piano Strategico della Pac (Psp) 2023-2027 per dare una risposta al settore olivicolo e viticolo.

L’approvazione di rimodulazione è in corso di verifica da parte della Commissione europea; quindi, i bandi sono aperti sotto condizione.

«Si tratta di 2,1 milioni per l’inerbimento delle colture arboree, intervento SRA05-ACA5, che prevede premi annuali per ettaro di superficie sino a 690,50 euro per il consolidamento del cotico erboso − spiega l’assessore Alessandro Piana − la presenza di una copertura vegetale durante l’anno riduce l’erosione dei suoli in quanto attenua l’effetto battente sul suolo delle piogge, limita il deflusso idrico superficiale, migliora la resilienza agli eventi estremi e l’adattamento ai cambiamenti climatici. Altra misura aperta, sempre subordinata all’approvazione della Commissione Europea, quella della tutela delle colture arboree a valenza ambientale e paesaggistica, misura SRA25-ACA25, che sostiene con una dotazione finanziaria di 3,75 milioni di euro il mantenimento o il recupero di oliveti o di vigneti siti in areali di pregio paesaggistico e ambientale e soggetti a rischio di abbandono. Per gli oliveti i premi previsti arrivano a 985 euro ad ettaro e per i vigneti eroici sino a 1217 euro ad ettaro all’anno. La salvaguardia di queste coltivazioni in determinati ambiti è fondamentale per le funzioni ambientali e paesaggistiche che svolgono, nonché per prevenire fenomeni quali il dissesto idrogeologico, di incendi e diffusione di fitopatie. In totale la dotazione su entrambe le misure sarebbe di 5,85 milioni con presentazione delle domande sino al 15 maggio sul software predisposto su Sian, Sistema Informativo Agricolo Nazionale, da Agea, Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here