Salsa bianca

Si può abbinare al Golfo del Tigullio Bianco

Salsa bianca

Salsa bianca, di un bianco avorio, a volte di  color giallo pallido, comunque  una salsa leggera, che si prepara in poco tempo e senza difficoltà. Anche bella da vedere, la fecola di patate le dona una gradevole lucentezza. È adatta a condire le uova affogate – dove l’albume racchiude il tuorlo semiliquido come se fosse una camicia – o sode, o il baccalà bollito con contorno di uova sode, il pesce lesso, o altro che la vostra fantasia vi suggerisca.

Ma che cosa è la fecola di patate? È una farina che proviene dall’essiccazione delle patate e dalla successiva macinazione, composta essenzialmente da amido,  e leggera di consistenza.

Ingredienti: 750 ml  di brodo di carne, 40 grammi di fecola di patate, 40 grammi di burro, il succo di un limone, due rossi d’uovo, sale, pepe bianco.

Procedimento. Mettete a bollire in un tegame il brodo, aggiungendo la fecola a poco a poco e rimescolando in continuazione. Se dovessero formarsi dei grumi scioglieteli in alcuni secondi con un frullino a immersione. Il composto deve risultare liscio e omogeneo. Fatelo bollire qualche minuto in modo che la salsa si addensi e spegnete il fuoco. Sbattete in un una ciotola i due rossi d’uovo con il succo del limone,  un pizzico di sale e di pepe, versate il tutto nel tegame, rimescolate. E la salsa è pronta.

La scelta del vino da abbinare dipende dal piatto condito dalla salsa. In linea di massima potrebbe andare bene un Golfo del Tigullio Bianco.

Placet experiri!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here