Rapallo, presentato il progetto arredo del nuovo polo scolastico Sant’Anna

Previste 8 aule, 4 disponibili già a settembre 2024, a misura di bambino

Rapallo, presentato il progetto arredo del nuovo polo scolastico Sant’Anna

Colori, luci, giochi: un “luogo” a misura di bambino ospiterà il rinnovato polo scolastico di Sant’Anna a Rapallo, nato dalla condivisone tra progettisti, insegnati, operatori interni della scuola e della mensa, che hanno contribuito a realizzare un sogno che e finalmente diventerà realtà.

Un progetto articolato che prevede la realizzazione di 8 aule dimensionalmente tutte uguali, 4 delle quali saranno già pronte e fruibili a settembre 2024, divise in differenti aree funzionali:

  1. spazio al tavolo (sia individuale che di gruppo)
  2. zona lettura
  3. area del gioco simbolico
  4. atelier o zona della creatività.

Alcuni degli arredi soni stati, ove possibile, recuperati secondo il principio economia di circolare, garantendo la minimizzazione degli sprechi.

L’acquisto dei nuovi arredi è stato sostenuto economicamente dal Comune e non dal Pnrr, che invece ha finanziato il progetto di ampliamento per oltre 4 milioni di euro con un estensione di superficie della scuola che cuberà 1400 metri quadrati.

Grande è la soddisfazione dell’amministrazione comunale che è risuscita a sopperire all’esigenza di implementare gli spazi a disposizione dei bambini, numericamente in crescita, cogliendo le opportunità offerte dal Pnrr e contribuendo con i propri mezzi, realizzano un polo unico, più vivibile e sicuro.

Fondamentale come sempre l’apporto degli uffici comunali, in particolare della ripartizione dei lavori pubblici, che ha lavorato in collaborazione con i progettisti gli architetti Rastelli e Chiari, e della ditta Spazio arredo, orientati nelle scelte, dai suggerimenti della dirigente scolastica Anna Grimaldi, dell’assessore ai Lavori pubblici Filippo Lasinio e della consigliera alla pubblica istruzione Laura Mastrangelo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here